rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
La mossa dei sindacati

Wartsila, la solidarietà dei portuali: astensione volontaria per boicottare l'imbarco di motori 

E' quanto hanno stabilito Filt-Cgil, FitCisl, UilTrasporti e Ugl Mare, che hanno proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori dello scalo giuliano

Le organizzazioni sindacali Filt-Cgil, FitCisl, UilTrasporti e Ugl Mare dichiarano lo stato di agitazione dei portuali, che potranno astenersi volontariamente  "da tutte le operazioni riguardanti l'azienda Wartsila, quali ad esempio l'imbarco di motori e il rizzaggio degli stessi a bordo delle navi, fino alla soluzione della vertenza".

Crisi Wartsila, Fedriga scrive al Console della Corea 

"Vista l'attuale evoluzione della vicenda Wartsila che intende recapitare i motori custoditi presso i magazzini triestini - si legge nella nota firmata dai sindacati - le organizzazioni sindacali Filt-Cgil, FitCisl, UilTrasporti e Ugl Mare dichiarano lo stato di agitazione del personale operante presso il porto di Trieste a sostegno della vertenza e in segno di solidarietà dei lavoratori impiegati presso lo stabilimento che rischiano il posto di lavoro". "La solidarietà tra lavoratori - conclude la nota - è un valore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Wartsila, la solidarietà dei portuali: astensione volontaria per boicottare l'imbarco di motori 

TriestePrima è in caricamento