menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Writer del Mercato coperto individuati dalla Polizia locali: sanzione da 10 mila euro

Si tratta di quattro ragazzi, due maggiorenni e due minorenni, rintracciati grazie alle telecamere pubbliche e private della zona

La Polizia locale ha individuato i writer (in questo caso vandali) che la notte del 12 marzo avevano imbrattato le pareti esterne del Mercato coperto, appena riverniciate, ma anche diversi edifici del centro, da largo Barriera Vecchia fino a piazza Foraggi; sempre con le stesse scritte e nel medesimo stile: WHP, ZOMBRE, AMORE, ORUS. All'indomani della bravata, la notizia era apparsa su tutti i media locali, soprattutto per il danneggiamento dell'edificio comunale che aveva vanificato l'intervento appena concluso e per il quale era stato investito denaro pubblico.

Il Nucleo Interventi Speciali (NIS, nucleo particolarmente preparato per indagini di questo tipo, con spiccate capacità investigative e doti professionali/personali non comuni) della Polizia locale aveva immediatamente le indagini: sono state analizzati minuziosamente numerosi filmati di telecamere pubbliche e private e l'indagine è durata circa un mese.

Gli autori di questi atti vandalici sono quattro ragazzi muniti di bombolette spray, due maggiorenni (E.D. e G.S.) sui 20 anni e due minorenni, tutti maschi: uno di questi ultimi è l'autore materiale della scritta sul muro del Mercato e proprio per questo è quello che pagherà le conseguenze più pesanti. Infatti, se tutti sono stati denunciati per concorso continuato nel reato di imbrattamento, il responsabile delle scritte sul Mercato ha ricevuto anche la sanzione amministrativa di 10.000 euro, in base al vecchio Regolamento di Polizia Urbana, con la sanzione aumentata lo scorso settembre: «la Polizia Locale non ha applicato in questo caso il nuovo Regolamento perché il fatto è stato commesso prima della sua entrata in vigore», spiega la nota stampa; trattandosi di minorenne, il verbale è stato notificato ai genitori del ragazzino che dovranno provvedere al pagamento della sanzione e del ripristino del muro imbrattato. Ora tutto l'incartamento è al vaglio della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario e di quella presso il Tribunale dei minorenni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Risi e bisi: la ricetta

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Johnson&Johnson in Fvg: oltre 3500 dosi in arrivo il 15 aprile

  • Cronaca

    Covid: giù ricoveri e tasso di positività, boom di guariti

  • Cronaca

    Malore fatale in casa a 65 anni: ritrovato quattro giorni dopo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento