rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
sul carso / Altopiano Carsico / località Pesek

Latitante "beccata" sul pullman Zagabria-Napoli, sconterà 23 anni di carcere

L'episodio è avvenuto nelle scorse settimane al valico di Pesek. Il fermo è stato effettuato da personale della polizia di frontiera. La donna, una trentunenne di nazionalità serba, possedeva numerosi alias e diverse condanne per reati contro il patrimonio

TRIESTE - Tra gli arresti effettuati nelle scorse settimane lungo il confine italo-sloveno dalla polizia di frontiera spicca quello di una trentunenne di nazionalità serba fermata alla frontiera di Pesek a bordo di un autobus di linea partito da Zagabria e diretto a Napoli. Dagli accertamenti sull’identità dei passeggeri è emersa la presenza della donna, latitante e con diversi precedenti penali a tal punto da avere sulle spalle un cumulo di pene di 23 anni di reclusione. La donna, secondo le scarse informazioni emerse dagli investigatori, era stata condannata per reati contro il patrimonio, quindi furti e rapine comprese. La trentunenne possedeva anche diversi alias e nel marzo del 2023 la Procura di Bolzano aveva emesso l'ordine di carcerazione. Ora si trova nella casa circondariale di via del Coroneo a Trieste. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latitante "beccata" sul pullman Zagabria-Napoli, sconterà 23 anni di carcere

TriestePrima è in caricamento