menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zero sprechi, venerdì Trieste "al buio" per M'illumino di meno 2016

Venerdì 19 febbraio verrà effettuato lo spegnimento dell'illuminazione della facciata del Municipio, dei lampioni a 5 fiamme di piazza Unità, delle luci perimetrali del Salone degli Incanti, della facciata del Santuario di Monte Grisa, del monumento a colonna di piazza Goldoni, delle luci di piazza Vittorio Veneto e dell'impianto decorativo del Museo Revoltella

Anche quest’anno il Comune di Trieste rinnova la sua adesione e partecipa alla campagna “M’illumino di meno”, promossa dalla trasmissione radiofonica di Rai-Radio2 “Caterpillar”.            

Venerdì 19 febbraio, l’Amministrazione comunale, in coordinamento con AcegasApsAmga, effettuerà, dalle 17.30 alle 19.00, lo spegnimento dell’illuminazione della facciata del Municipio, dei lampioni a 5 fiamme di piazza Unità, delle luci perimetrali del Salone degli Incanti, della facciata del Santuario di Monte Grisa, del monumento a colonna di piazza Goldoni, delle luci di piazza Vittorio Veneto e dell’impianto decorativo del Museo Revoltella.

 “M'illumino di meno” si sviluppa a livello generale con un'intera giornata all’insegna del risparmio energetico, in cui Comuni, associazioni, scuole, aziende e case di tutto il nostro Paese vi aderiscono applicando azioni virtuose per sensibilizzare i cittadini alla razionalizzazione dei consumi : ridurre gli sprechi, produrre energia pulita, perseguire la mobilità sostenibile (tramite bici e mezzi pubblici, o meglio andando a piedi), ma anche limitare i rifiuti (raccolta differenziata, riciclo e riuso, attenzione allo spreco alimentare). Sottolineando la rinnovata adesione all'iniziativa, l'assessore all'Ambiente Umberto Laureni evidenzia il valore di “una cultura del risparmio energetico che va coltivata durante tutti i giorni dell'anno, anche attraverso quei comportamenti virtuosi ben riassunti dal decalogo del buon risparmiatore energetico”.

Il decalogo prevede, per ridurre i consumi di energia elettrica: 1° spegnere le luci quando non servono; spegnere e non lasciare in “stand by” gli apparecchi elettrici; sbrinare frequentemente il frigorifero, tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l'aria. Per ridurre i consumi di energia termica; per la cottura: mettere il coperchio sulle pentole ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola; per il riscaldamento: se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre; ridurre gli spifferi degli infissi riempendoli di materiale che non lascia passare aria; utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne; non lasciare le tende chiuse davanti ai termosifoni; inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni. Per ridurre i consumi di combustibile; 10° utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

Comune di Trieste e AcegasApsAmga, nel ribadire il loro impegno, sottolineano ancora una volta l'importanza della sensibilizzazione sui temi del risparmio e dell'efficienza energetica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento