rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca

Ziberna (FI): «Concorsone regione, candidati con i cellulari: regole violate?»

Lo riferisce in una nota il consigliere regionale Rodolfo Ziberna: «Sono intervenuto con una interrogazione volta alla presidente ed all'assessore competente al fine di sapere se effettivamente siano state violate dalla commissione le disposizioni previste dal bando»

«Sul blog regionale Il Perbenista è stata pubblicata la notizia secondo cui nel bando del “concorsone” indetto dall’Amministrazione regionale per la figura di assistente amministrativo economico cat. C, precisamente all'art. 5, comma 9, si specificava "Durante lo svolgimento della preselezione non è permesso ai candidati di comunicare tra loro o con altri. E' assolutamente vietata l'introduzione nell'edificio sede della preselezione di telefoni cellulari e di qualsivoglia strumentazione atta a consentire la comunicazione con l'esterno". Il successivo comma 10 addirittura dispone che "Il candidato che contravvenga alle summenzionate disposizioni sarà escluso dal concorso". Sin qui nulla quaestio, ma subito dopo nel blog si sostiene che “lo speaker ha invitato i partecipanti a togliere la batteria dai cellulari ove possibile, oppure in quelli di nuova generazione (tipo I-Phone) di tenerli silenziati"», dichiara Rodolfo Ziberna, vicecapogruppo di Forza Italia in consiglio regionale. Ziberna

«La commissione d’esame – denuncia Ziberna - avrebbe pertanto condiviso, o quantomeno non impedito, che il funzionario della regione o della società incaricata, prendendo atto che i telefoni cellulari erano stati portati con sé dai candidati, in evidente violazione delle norme regolamentari poste de facto consentisse la presenza in aula dei cellulari e addirittura ne disciplinasse la presenza. Appare evidente come questa scelta si configuri in una violazione di una norma regolamentare e che la commissione avrebbe dovuto invece escludere i candidati che avevano con sé un telefono cellulare».

«Per questa ragione sono intervenuto con una interrogazione volta alla presidente ed all’assessore competente al fine di sapere se effettivamente siano state violate dalla commissione le disposizioni previste dal bando ed in tal caso che adempimenti intendano porre in essere al fine di evitare possibili ricorsi promossi da chi ha osservato le disposizioni e per questo motivo potrebbe essersi trovato in condizioni di svantaggio rispetto a chi avrebbe potuto accedere ad informazioni esterne attraverso il telefono cellulare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ziberna (FI): «Concorsone regione, candidati con i cellulari: regole violate?»

TriestePrima è in caricamento