rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Confini, Zilli (LN) «I rinforzi del ministro Alfano sono arrivati tardi»

Un'agguerrita Barbara Zilli, consigliere regionale della Lega Nord, contro il ministro Alfano per l'invio tardivo dei rinforzi per la sorveglianza dei confini: «Con le sue scelte tardive il ministro si dimostra una volta di più inadeguato. Qui non servono buone azioni, servono fatti concreti»

«Finalmente avremo i militari ai confini: peccato che il ministro Alfano con i suoi annunci arrivi tardi, fuori tempo massimo. Sosteniamo questa posizione da mesi, ma non siamo mai stati ascoltati». Così Barbara Zilli, consigliere regionale della Lega Nord, commenta l'arrivo del ministro dell'Interno Angelino Alfano in Friuli Venezia Giulia. E afferma: «La considerazione che la Lega ha del ministro è talmente bassa, che i rappresentanti del movimento non andranno nemmeno a contestarlo». «Con le sue scelte tardive il ministro si dimostra una volta di più inadeguato. Ma ormai chi segue Renzi e Serracchiani si è rivelato più volte come un dilettante allo sbaraglio».

E su Alfano continua: «Il ministro Alfano arriva un po' tardi. Non era meglio se avesse fatto la sua visita in regione qualche mese fa, e non ora che dall'emergenza siamo passati a una situazione consolidata? Vista l'imminenza del Natale avrà pensato di fare una buona azione venendo in FVG, ma qui non servono buone azioni, servono fatti concreti. A parte il palliativo del centinaio di agenti in più, continuare a dire che il Friuli Venezia Giulia viene costantemente monitorato non basta. Ci vogliono più forze di polizia, più controllo del territorio e diminuzione della quota degli immigrati a fronte della posizione particolare e strategica della nostra regione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confini, Zilli (LN) «I rinforzi del ministro Alfano sono arrivati tardi»

TriestePrima è in caricamento