Destra Sociale: «Rischio sfratti per tante famiglie, business profughi più conveniente»

SEGNALAZIONI DI CITTADINI AL CANDIDATO SINDACO DESTRA SOCIALE TS LUCA CHIAVEGATTI

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Luca Chiavegatti (Destra Sociale TS) ricevo quotidiniamente segnalazioni di cittadini impauriti da situazioni create da questo attuale governo ad uso e consumo del business dei profughi.

Ricevo e pubblico quanto comunicatomi da dei cittadini impauriti e sopratutto preoccupati riguardo un'appartamento  a Trieste in Via Colonia 41 sito al quarto piano, dove lo stanno preparando per accoglienza profughi.

Si tratta di un appartamento ex ATER acquistato da una Signora che fino a poco tempo fa affittava a studenti mentre ora adibisce a dormitorio. QUANTO INCASSERA'?

Mi informano che ci sono persone del Sig. SCHIAVONE che stanno portando brandine letti a castello per circa 20 profughi in arrivo imminente, e la preoccupazione sale per i residenti in quanto non sanno chi sono non sanno a livello sanitario quale sia la loro situazione. 

Certo è preoccupante diventerà pericoloso per quanto riguardo le situazioni di sfratto e per quanto riguarda il livello degli affitti che saranno poco appettibili per una famiglia normale che va in affitto, contro il business dei 400 euro a PROFUGO.

Destra Sociale TS dice via da Trieste migranti e profughi ISLAMICI, sono un pericolo per il nostro territorio per le nostre famiglie per i nostri figli.

Ancor più preoccupante che a seguito di questo comportamento inacettabile di questa giunta, ora anche il Clero e i cattocomunisti chiedono l'apertura di una moschea. 

Torna su
TriestePrima è in caricamento