Lunedì, 20 Settembre 2021
Economia

Sempre meno gli occupati in Friuli Venezia Giulia

17.30 - Rese note le elaborazioni del Centro Studi di Unioncamere dela nostra regione: quasi quattromila lavoratori in meno nel 2014

Sono state rese note le elaborazioni a livello regionale, realizzate dal  Centro Studi Unioncamere  del Friuli Venezia Giulia,  dei dati contenuti nel Sistema informativo  Excelsior , creazione di  Unioncamere  e Ministero del Lavoro

Il lavoro del Centro Studi contiene innumerevoli informazioni sull'economia regionale. Estrapolandone i contenuti relativi all'andamento del mercato del lavoro, si nota come, nel 2014, sia previsto complessivamente un saldo negativo degli occupati che assomma 4030 unità in meno. Negatività appena attenuata se si comprendono i contratti di somministrazione e gli atipici, stimati essere 560 in più.

Andando per settori, I servizi vedono Il Turismo e la Ristorazione fare la parte del leone con 2610 assunzioni, ma anche con 3360 cessazioni, per un saldo negativo di 1020 unità. Nell'industria primeggia per assunzioni la metalmeccanica (740), mentre si segnala negativamente il settore delle costruzioni, con un saldo negativo di 720 persone in meno. Sempre nel comparto industriale, va registrata la positiva performance delle industrie chimiche, farmaceutiche, della gomma e delle materie plastiche, unico settore a prevedere un saldo, sia pur di poche unità(10), positivo.

Passando alle dimensioni, si stimano più occasioni di lavoro tra grandi aziende(4160 assunzioni) e microimprese(3890). Molto diversi tra loro, però, i saldi, pur se entrambi negativi, di queste due tipologie di realtà: "solo" 290 lavoratori in meno nelle grandi imprese, mentre fra le microimprese 2260 unità in meno somigliano più ad un'emorragia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sempre meno gli occupati in Friuli Venezia Giulia

TriestePrima è in caricamento