"Mega yacht" in città, Cosolini: «Opportunità di crescita economica per Trieste»

Il Sindaco Cosolini interviene al convegno organizzato in Stazione Marittima “Mega Yacht: vento in poppa": «Trieste è diventata un approdo interessante e specializzato per la permanenza di queste grandi imbarcazioni e per il loro ricovero nel periodo di rimessaggio»

«Il nostro Mare Adriatico sta diventando sempre più un mare interessante per i mega yacht. E Trieste in particolare, specialmente in questi ultimi anni, si sta dimostrando oltre che una città attraente come meta turistica, anche un approdo interessante e specializzato per la permanenza di queste grandi imbarcazioni e per il loro ricovero nel periodo di rimessaggio». Lo ha dichiarato oggi il Sindaco di Trieste Roberto Cosolini intervenendo alla Stazione Marittima al convegno “Mega Yacht: vento in poppa. Gigantismo e Mediterraneo nel futuro delle grandi barche da turismo nautico” promosso dalla Federagenti, associazione nazionale degli agenti marittimi.

«E si tratta inoltre di una realtà che prevede una prospettiva di sensibile crescita - ha aggiunto Cosolini - tant'è che il prossimo anno tra le molte cose che verranno realizzate in Porto Vecchio vi sarà anche un "marina"». 

«Infine – ha osservato ancora il Sindaco – non va trascurato il dato rilevante di cui la città tutta ha potuto prendere nota in questi ultimi mesi e giorni, ovvero come con l'arrivo di alcuni importanti yacht (ad es. lo Yalla, il Metsuyan IV e altri ancora) l'equipaggio tende a rimanere in città per sovrintendere ai lavori, e ciò a volte anche per diversi mesi, con un evidente beneficio pure per tutto l'indotto turistico e commerciale».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque metodi naturali per un piano cottura brillante

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Delirio in piazza Libertà: sacco lanciato tra auto in corsa e urla senza senso

  • Malore fatale al Molo G: deceduto uomo di 77 anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento