Ok all'alta velocità dei treni sulla Trieste-Venezia, il Governo approva l'opera

"Italia Veloce" ha ricevuto l'avallo dell'esecutivo. Serracchiani: "Un'occasione straordinaria per dare una scossa alle opere ferroviarie strategiche per il Friuli Venezia Giulia

L'alta velocità tra Venezia e Trieste sarà tra i primi cantieri a partire dopo l'approvazione di "Italia Veloce" nel "decreto semplificazioni" da parte del Governo. “Ieri abbiamo approvato l’elenco di 130 opere strategiche – ha detto il premier Conte – a cui aggiungiamo le opere per le Olimpiadi di Cortina, quelle per sanità, dissesto idrogeologico, scuole, caserme, carceri e polizia”. 

Le opere

Il premier ha elencato alcuni i tratti di alta velocità i cui cantieri partiranno per primi: “Salerno–Reggio Calabria, Palermo–Catania-Messina, Pescara–Roma, Genova–Ventimiglia, Venezia–Trieste, Brescia–Verona”. "Poi – ha aggiunto Conte – ci saranno anche “la Gronda, la 106 ionica, l’ampliamento di Salaria e Pontina, la Ragusana, il ponte della liguria”, e ancora “il commissarimento di 9 dighe sarde e in Lombardia le opere per Olimpiadi”. 

Serracchiani

"Un'occasione straordinaria per dare una scossa alle opere ferroviarie strategiche per il Friuli Venezia Giulia e a servizio del Paese. Semplifichiamo gli investimenti per contrastare la crisi, rendendo la regione più competitiva e dimostrando che sappiamo spendere bene i fondi europei". Così la deputata Debora Serracchiani (Pd) commenta l'inserimento nel piano Italia Veloce del collegamento ferroviario Venezia-Trieste, oltre che dell'upgrading infrastrutturale e tecnologico della linea Trieste–Divaca, e del raddoppio della Udine–Cervignano.

Per quanto riguarda la Trieste-Venezia, Serracchiani evidenzia "i vantaggi per gli spostamenti regionali e a lunga percorrenza e per il traffico merci, rientrando nel corridoio Mediterraneo della rete Ten-T. Un percorso di ammodernamento iniziato nella scorsa legislatura che oggi può essere fortemente accelerato, con una nuova attenzione all'impatto ambientale". "Il raddoppio della Udine-Cervignano con l'eliminazione dei colli di bottiglia e il conseguente aumento della capacità – aggiunge la parlamentare – è un intervento fondamentale per lo sviluppo dei traffici sul corridoio Adriatico-baltico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La soddisfazione di ItaliaViva

Soddisfazione è stata espressa anche dalla consigliera di ItaliaViva, Antonella Grim. “Una gran bella notizia per la nostra regione e per Trieste: nel piano delle infrastrutture votato in nottata in consiglio dei ministri, c’è la conferma degli 1,8 miliardi di euro per rafforzare l’infrastruttura ferroviaria tra Venezia e Trieste". Secondo Grim l'approvazione delle opere, oltre a rivendicarne "l'incessante azione di pungolo portata avanti da ItaliaViva al Governo", farà entrare il Fvg "finalmente nella modernità. Non è accettabile metterci fino a quasi due ore tra Venezia e Trieste, è in ballo la competitività di un territorio, la qualità della vita delle persone". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Visite Rsa e accesso ai teatri e cinema: ecco la nuova ordinanza di Fedriga

  • Stretta in Slovenia, è lockdown a metà: paese diviso in zone

  • "Un caro saluto a tutti i negazionisti": il selfie dalla Terapia intensiva di Cattinara

  • Coronavirus, in Fvg 165 nuovi contagi e un decesso

  • Focolaio in casa di cura ad Aurisina: 18 positivi a Pineta del Carso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento