Lunedì, 17 Maggio 2021
Economia

Fincantieri, risultati positivi per 7 milioni di euro: approvato anche il progetto di performance share plan 2016-2018

Raggiunti livelli record di carico di lavoro grazie a storici traguardi commerciali. Si gettano le basi per l’ingresso nel mercato crocieristico cinese

 Il consiglio d’amministrazione di Fincantieri, riunitosi sotto la presidenza di Giampiero Massolo, ha presentato i risultati al 30 settembre 2016, approvando anche il progetto di performance share plan 2016-2018.
I Target del piano Industriale vengono confermati: i risultati mostrano un netto migliramento con un Ebitda margin pari 5,7 % rispetto al 30 settembre 2015 che arrivava solamente al 0,2%; carico di lavoro pari a euro 21,8 miliardi e pari a circa 5,2 anni di lavoro confrontato al 30 settembre 2016 che era pari a euro 18.977 milioni con 106 navi in portafoglio e il soft backlog pari a circa 2,8 miliardi.

Tra i traguardi commericali raggiunti dalla Fincantieri, l'accordo dal valore di quasi 4 miliardi di euro con il Ministero della Difesa del Qatar che prevede la costruzione di 7 unità e la fornitura di servizi di supporto in Qatar per ulteriori 15 anni dopo la consegna.

A costituire un'ulteriore spinta verso una maggiore efficenza è l'entrata in vigore del nuovo contratto integrativo aziendale approvato dalle rappresentanze sindacali unitarie e dei lavoratori, basato su premi incentivanti al raggiungimento degli obiettivi, parte dei quali verrà corrisposta mediante strumenti di welfare.

A margine della riunione del Consiglio Giuseppe Bono, Amministratore Delegato di Fincantieri, ha commentato: «I primi nove mesi del 2016 registrano una serie di successi molto rilevanti che insieme ai risultati gestionali ed economici conseguiti ci consentono di confermare in pieno gli obiettivi del Piano Industriale. Oltre a raggiungere livelli record di carico di lavoro grazie a storici traguardi commerciali come il contratto con il ministero della Difesa del Qatar, abbiamo gettato le basi per l’ingresso in un mercato dall’enorme potenziale come quello crocieristico cinese. Per continuare a perseguire efficacemente gli obiettivi del Gruppo, supportandone la continua crescita e il costante miglioramento delle performance, abbiamo recentemente modificato la struttura organizzativa, re-istituendo la Direzione Generale, alla quale risponde la maggior parte delle business unit, e lasciando sotto la mia diretta responsabilità la Direzione navi da crociera, con l’obiettivo di gestire al meglio le sfide di questa area.»

Bono ha poi concluso: «L’attuale performance del Gruppo ci consente oggi di affermare che anche i risultati attesi per il 2017 saranno coerenti con gli obiettivi del Piano Industriale, il quale, grazie all’acquisizione di importanti nuovi ordinativi nel corso dei primi nove mesi del 2016, presenta una quasi completa copertura dei ricavi.»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fincantieri, risultati positivi per 7 milioni di euro: approvato anche il progetto di performance share plan 2016-2018

TriestePrima è in caricamento