Lunedì, 15 Luglio 2024
Crisi industriale

Fumata nera Flex, USB: "Interinali cacciati a pedate"

Filippo Rossi (Usb): "L'azienda offre l'elemosina di tre mensilità, che coincidono guarda caso i soli tre mesi dichiarati come sopravvivenza per gli assunti, visto a che a febbraio non ci sono più garanzie né impegni aziendali"

"Gli interinali disperati. Cacciati a pedate e buttati sulla strada dopo minimo 9 anni di lavoro continuativo e vaste esperienze professionali. Ridotti sotto la soglia di povertà". Lo dichiara Filippo Rossi di Usb, lavoratore interinale in Flex, dopo il tavolo al Mise di ieri pomeriggio. "L'azienda offre l'elemosina di tre mensilità, che coincidono guarda caso i soli tre mesi dichiarati come sopravvivenza per gli assunti, visto a che a febbraio non ci sono più garanzie né impegni aziendali. Insomma, fossero veramente motivati a restare le tre mensilità di buonuscita le trasformerebbero in tre mesi di lavoro con aggiornamento a febbraio 2023. Invece no. 70 famiglie sul lastrico e c'è gente che di fronte a un funzionario ministeriale ride e spara volgarità".

Rossi aggiunge che durante l'incontro "I sindacati territoriali sbugiardati dall'azienda e contraddetti dai rispettivi nazionali. Usb è stata l'unica coerente. Sia chiaro che il problema non è solo l'azienda, ma anche e soprattutto forze sindacali triestine inadeguate, con rsu imbarazzanti, eccetto Usb".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fumata nera Flex, USB: "Interinali cacciati a pedate"
TriestePrima è in caricamento