rotate-mobile
Il cambio al vertice

Il ventennio di Giuseppe Bono è finito, Fincantieri nelle mani di Folgiero

Cassa Depositi e Prestiti ha ufficializzato anche il nome della presidenza, che va al generale Claudio Graziano. A Trieste e Monfalcone finisce un'era. Il sindaco Dipiazza e il Governatore Fedriga: "Grazie per il lavoro svolto, Bono è la storia di Fincantieri"

Il ventennio di Giuseppe Bono alla guida di Fincantieri è finito. Cassa Depositi e Prestiti ha ufficializzato l'indicazione della presidenza al generale Claudio Graziano, mentre il nome di Pierroberto Folgiero è quello scelto come nuovo amministratore delegato. Dopo essere stato capace di risollvare la più importante industria italiana, ora il 78enne di origine calabrese lascia spazio al nuovo corso. Il governo Draghi ha quindi impostato e realizzato il cambio di marcia, designando Folgiero alla guida del gruppo. A dare una prima occhiata al curriculum del nuovo amministratore delegato il livello del profilo appare da subito altissimo. 

Chi è il nuovo Ceo

Nato a Roma 50 anni fa, nel suo passato ha una laurea in Economia e Commercio alla Luiss, ha studiato in Francia e lavorato in successione (e sempre con incarichi di vertice) alla Agip, Ernst&Young, Wind e alla Tirrenia Navigazione (portata alla privatizzazione). Dal settembre del 2010 fa parte del Gruppo Maire Tecnimont (licensor e contractor oil and gas refining) e nel giugno 2011 diventa amministratore delegato del colosso del petrolchimico. Dal maggio del 2013 diventa anche Direttore generale del gruppo (con le controllate Kt e Tecnimont). Da tre anni a questa parte Folgiero è amministratore delegeato di NextChem, oltre ad aver incassato la presidenza del Supervisory Board di uno dei leader mondiali nelle licenze di tecnologie per la produzione di fertilizzanti, vale a dire la Stamicarbon.

Le parole del presidente Fedriga e del sindaco Dipiazza

“Rigrazio Giuseppe Bono per l’importante lavoro svolto in questi vent’anni alla guida di Fincantieri, azienda che ha contribuito a far crescere fino a farla diventare la prima realtà al mondo nel suo settore” ha dichiarato il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga.
"Giuseppe Bono è la storia della Fincantieri - ha commentato il sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza - e se oggi l'azienda ha un portafoglio d'ordini di primissimo livello lo deve alla capacità di quest'uomo. Lo abbraccio, a nome mio e della città, e lo ringrazio per il grande lavoro che ha svolto in questi vent'anni". Sull'eventuale timore che il capoluogo del Friuli Venezia Giulia possa perdere appeal presso la nuova dirigenza, il primo cittadino di Trieste ha messo le mani avanti. "La città sta giocando un ruolo importantissimo e non solo nelle crociere. A livello nazionale è vista in maniera straordinaria".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ventennio di Giuseppe Bono è finito, Fincantieri nelle mani di Folgiero

TriestePrima è in caricamento