rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Economia

Porto di Trieste, Serracchiani a Roma per "snellire lo sdoganamento" delle merci

12.20 - Le nuove procedure dovrebbero permettere allo scalo di mantenere competitività in un contesto di stretta prossimità con altri porti

La presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani ha partecipato oggi a Roma, assieme a tecnici, a un incontro tenuto presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze con il direttore generale dell'Agenzia delle Dogane Giusepe Peleggi e con il capo dell'Ufficio del Coordinamento Legislativo del MEF Carlo Sica, focalizzato sulla tempistica dei controlli doganali sulle merci in transito nel porto di Trieste.

L'incontro fa seguito ad una lettera della presidente al Ministro Pier Carlo Padoan in cui veniva richiesto di intervenire sugli elementi di criticità che incidono sulle potenzialità del porto di Trieste, per permettere allo scalo di mantenere competitività in un contesto di stretta prossimità con altri porti, in particolare quello sloveno di Capodistria, che operano in condizioni economiche, tariffarie e normative fortemente agevolate.

Nel corso della riunione i rappresentanti delle dogane hanno illustrato la forte e crescente spinta data allo sveltimento delle procedure doganali dalla attivazione di strumenti quali lo sportello unico doganale ed il 'preclearing' delle merci in mare. Da parte dell'Agenzia delle Dogane è stata manifestata la volontà di cooperare con gli operatori, smaltendo e accelerando le procedure e limitando i controlli fisici unicamente a quelli dovuti in base alle segnalazioni del Servizio verifica antifrode doganale.

«Questa metodologia di lavoro - ha osservato Serracchiani - è utile e dovrebbe aiutare ad accogliere al meglio i nuovi servizi marittimi diretti dal Far East che partiranno dal prossimo anno. Assieme ai potenziamenti delle infrastrutture portuali e ferroviarie, la velocità dello sdoganamento è un elemento essenziale per attirare nuove merci».

11nov14. Serracchiani MEF-2

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto di Trieste, Serracchiani a Roma per "snellire lo sdoganamento" delle merci

TriestePrima è in caricamento