Domenica, 21 Luglio 2024
Altra crisi / Borgo S. Sergio / Via Josip Ressel

Industria triestina in caduta libera, chiude anche l'ex Principe

Ad annunciare la decisione dell'azienda sono Cgil e Cisl, attraverso una nota congiunta dove definiscono "inaccettabile, inconcepibile e improvvisa" la decisione aziendale. Previste forme di protesta

"Improvvisa e inaccettabile decisione di chiudere il prosciuttificio triestino". I sindacati hanno incontato in assemblea i quasi 50 lavoratori e lavoratrici della Queen's di San Dorligo della Valle (ex Principe) per comunicare la decisione ed esprimere tutte le preoccupazioni legate allo storico stabilimento. La decisione, secondo Cigl e Cisl, è stata presa dal Fondo Wrm che, nella persona della dottoressa Claudia Droghi (in rappresentanza della direzione aziendale), avrebbe dichiarato che "il progetto di rivalutazione e sviluppo del sito giuliano non è più attuabile". Una sorta di fulmine a ciel sereno, nonostante la grande crisi che in via Ressel si respira da tempo. 

"E' inconcepibile - così Sandra Modesti della Cgil e Marco Savi della Cisl - una proposta di chiusura dello stabilimento con la perdita dei posti di lavoro e del marchio storico. Assieme ai lavoratori abbiamo deciso di richiede un incontro con l’assessore alle attività produttive e turismo del Friuli Venezia Giulia Sergio Emidio Bini, con l’assessore al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia del Friuli Venezia Giulia Alessia Rosolen e l’azienda per chiedere la sospensione di ogni forma di chiusura". I sindacati assieme ai lavoratori fanno sapere di voler mettere in campo "ogni azione di contrasto a tale ipotesi". I dipendenti che rischiano il posto di lavoro sono 49. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Industria triestina in caduta libera, chiude anche l'ex Principe
TriestePrima è in caricamento