menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Padiglione FVG Expo2015: primi tre giorni 6000 visitatori (VIDEO)

A Expo2015 la regione è presente fino al 9 luglio in uno spazio sul cardo dove si parla di biodiversità. Partecipazione di ospiti per il padiglione FVG che decreta il successo dello spazio a rotazione occupato fino al 9 luglio

Nelle prime tre giornate di presenza, l’afflusso si assesta sui 6 mila visitatori. I maestri amanuensi della Scriptorium Foroiuliense di Ragogna e i loro allievi hanno vergato ben 2 mila e 500 nomi utilizzando gli inchiostri colorati e la carta pecora sul retro della quale è riportato l’incipit della Carta di Milano.

I bambini, invece, imparando a conoscere l’orografia e la cultura della regione hanno costruito nei primi tre giorni 800 “barbatite” con il supporto del personale dell’Immaginario scientifico. Il tema dello spazio a rotazione è infatti la biodiversità del Friuli Venezia Giulia, con un focus che riguarda la barbatella, giovanissima pianta di vite di cui la regione detiene il 75 per cento della produzione mondiale. I bambini, costruendo un gioco che poi possono portare a casa, imparano le moderne tecniche di coltivazione della vite e ne scoprono le radici storiche.

Sono stimolati inoltre a ragionare sulle strategie che gli agricoltori utilizzano per difendere le loro piante dai parassiti, e per toccare temi ecologici più ampi come l'importanza della variabilità genetica e della conservazione della biodiversità.
Molto l’interesse anche per le attività della Scuola Mosaicisti  che creano in diretta una serie di opere ispirate al tema “Uvaggi FVG”. I visitatori possono seguono le fasi di realizzazione dei mosaici e, in questi giorni, hanno portato oltre 2 mila e 200 pezzi di mosaico agli artigiani.

Nello spazio fuori salone, intanto, prosegue il programma degli incontri in collaborazione con Confartigianato. Questa mattina si è svolto il convegno Convegno della Federazione italiana cuochi del FVG “Le risorgive, un tesoro da pochi conosciuto” con diversi interventi dei maestri di cucina e di arte floreale che hanno fatto scoprire, tra l’altro, i segreti di erbe spontanee e fiori e del benessere quotidiano anche attraverso la dieta mediterranea.

È stato presentato anche un progetto degli allievi della scuola alberghiera Linussio di Codroipo. Durante il convegno che si è svolto nell’arco dell’intera giornata, si è discusso anche di dieta mediterranea e dei momenti di convivialità delle famiglie rurali nelle giornate di festa, dell’economia sommersa di un tempo, oggi rivalutata anche come vivere il quotidiano del ben essere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento