Stabile il mercato residenziale a Trieste nel 2019. L'analisi dell'Ufficio Studi Gabetti

Il drammatico contesto che stiamo vivendo avrà sicuramente dei riscontri anche sul mercato immobiliare, ma tali dati sono fondamentali perché saranno poi il benchmark da cui ripartire per una ripresa nella seconda parte dell’anno. A tal proposito, una dichiarazione del direttore generale di Gabetti, Marco Speretta: “Per quanto riguarda l’andamento delle compravendite e dei prezzi, allo stato attuale è ancora da valutare quale impatto potrà avere l’emergenza Coronavirus sul mercato residenziale: ciò dipenderà dalla durata del fenomeno, che attualmente non è prevedibile. Al momento l’attività risulta rallentata nelle aree maggiormente interessate dall’emergenza e la recente chiusura consigliata alle agenzie immobiliari, porterà sicuramente ad un calo più marcato delle transazioni. A livello annuale, qualora dovesse permanere una situazione di questo tipo, gli effetti porterebbero ad un calo dei volumi, al contrario, se nel secondo semestre dovesse rientrare l’emergenza, potrebbe esserci un effetto rimbalzo”.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Nel secondo semestre del 2019, secondo quanto emerge dalle rilevazioni dell’Ufficio Studi Gabetti, Trieste ha mostrato un andamento delle compravendite in aumento rispetto al semestre precedente, registrando un trend stabile della domanda, dell’offerta e delle quotazioni. I tempi di vendita e gli sconti medi, secondo i dati Gabetti, sono molto variabili a seconda del prezzo richiesto e dell’appetibilità degli immobili: in media si aggirano intorno ai 4-6 mesi, con sconti intorno al 5%, per gli immobili i cui prezzi sono già riallineati tra richiesta e valore di mercato. Per quanto riguarda le compravendite, secondo i dati dell’Agenzia delle Entrate, nel 2018 si sono registrate 2.891 transazioni residenziali, dato sostanzialmente stabile rispetto al 2017.

Il budget

Come sottolinea Filippo Avanzini, titolare dell’Agenzia Gabetti di Trieste: “Tra le tipologie più richieste si confermano gli immobili di due camere da letto già in buono stato, da parte di famiglie. Molto ricercati appartamenti con una buona esposizione e luminosità dell’immobile nelle zone più centrali, mentre fuori dal centro le maggiori richieste sono per immobili dotati di spazi verdi e/o balconi e ascensori. San Vito e San Giovanni si confermano come le zone più ricercate, insieme a un crescente interesse per il centro storico. Per quanto concerne il budget di spesa, questo si aggira mediamente intorno ai 200 mila euro per gli immobili in centro, e 150 mila euro nelle restanti zone”.

Le quotazioni

Passando alle quotazioni per le varie zone, in Centro Storico e in zona Rive si attestano intorno ai 2.000 – 2.150 euro al metro quadro per soluzioni in buono stato in stabili signorili e a 2.800 euro al metro quadro per il ristrutturato a nuovo. Negli stabili di tipologia media troviamo invece valori, per l’usato in buone condizioni, intorno ai 1.800 euro al metro quadro. In Centro i prezzi dell’usato in buone condizioni si attestano intorno ai 1.480 euro al metro quadro, mentre per il nuovo ristrutturato all’interno di stabili signorili si sale a 2.250 euro al metro quadro. Sempre nella zona centrale, per l’usato medio in buono stato siamo a 1.320 € al mq a S. Giusto, a 1.550 euro al metro quadro in zona Scorcola e a 1.230 euro al metro quadro in zona Stazione. In zona Giardino Pubblico siamo a 1.300 euro al metro quadro per l’usato medio in buono stato, a 1.080 euro al metro quadro per la tipologia economica e a 1.520 euro al metro quadro per il signorile. Per le zone di San Luigi e Chiadino per gli immobili di tipologia media siamo intorno ai 1.450 euro al metro quadro per l’usato in buone condizioni, ai 980 euro al metro quadro per l’usato da ristrutturare e ai 1.800 euro al metro quadro per il nuovo/ristrutturato.

In zona San Giovanni le quotazioni per gli immobili di tipologia media sono intorno ai 1.250 euro al metro quadro per l’usato in buono stato, 950 euro al metro quadro per gli immobili da ristrutturare e 1.650 euro al metro quadro per il nuovo/ristrutturato. San Vito presenta invece prezzi intorno ai 1.450 euro al metro quadro per l’usato in buone condizioni, 1.080 euro al metro quadro per l’usato da ristrutturare e 1.870 per il nuovo/ristrutturato. Per quanto riguarda le zone periferiche, abbiamo quotazioni intorno ai 1.080 – 1.130 euro al metro quadro per l’usato medio in buono stato in zona Altura, Borgo San Sergio e Valmaura. Per la stessa tipologia siamo invece a 1.350 euro al metro quadro in zona Campanelle/Raute e Longera, che scende a 1.180 euro al metro quadro in zona Paisiello. Nella zona suburbana, abbiamo quotazioni per l’usato medio in buono stato su una media di 1.580 euro al metro quadro a Duino e 1.500 euro al metro quadro a Sistiana. Per la stessa tipologia siamo invece a 1.200 – 1.400 euro al metro quadro rispettivamente in zona Muggia e Opicina.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento