rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Il festival

Bloomsday, a Trieste torna il festival di Joyce

Quattro giorni di eventi onore dello scrittore irlandese, il cui romanzo più famoso, l’Ulisse, festeggia quest’anno il suo centesimo anniversario

Trieste si prepara ad ospitare il Bloomsday, la celebrazione organizzata in tutto il mondo il 16 giugno in onore dello scrittore irlandese James Joyce, il cui romanzo più famoso, l’Ulisse, festeggia quest’anno il suo centesimo anniversario. Joyce ha concepito i primi capitoli dell’Ulisse proprio a Trieste dove ha vissuto diversi anni.

Un giorno nell'Ulisse

Giovedì 16 giugno, la data in cui si svolge tutta l'azione del romanzo, è prevista una sua messa in scena integrale: una maratona di eventi che si terranno negli orari indicati da Joyce per ciascun episodio dell’Ulisse - dalle 8 del mattino alle 3 di notte - in 15 diversi luoghi del centro cittadino scelti per affinità e somiglianza alle originarie ambientazioni dublinesi. Un’occasione imperdibile per vivere Trieste e l’Ulisse insieme e scoprirli da un’altra prospettiva.

Si inizia alle ore 8 con "la colazione" amata da Leopold Bloom protagonista dell’Ulisse, che il pubblico potrà consumare assieme agli attori che metteranno in scena l'episodio presso l'antico faro "La Lanterna", simulacro della Torre Martello di Sandycove del romanzo, che, nelle giornate del Bloomsday, sarà illuminato nottetempo da una luce verde Irlanda così come la statua dello scrittore sul Canal Grande vicino a Piazza del Ponterosso.

Le rappresentazioni dei vari capitoli del romanzo si susseguono a intervalli di un’ora nelle varie location di Trieste. Da segnarsi l’episodio Nausicaa, alle ore 20 ambientato nella spiaggia triestina più famosa, quella del "Pedocin", dove si terrà l'incontro di Ulisse/Leopold Bloom, interpretato da Sergio Rubini, e Nausicaa/Gerty McDowell portata in scena da Maria Grazia Plos, e ancora il capitolo Circe con uno spettacolo di danza alle 23 presso la Scala di Piazza Cornelia Romana e il Teatro dei Fabbri, fino all’ultimo episodio Penelope con un monologo affidato a Diana Höbel e ai pennelli elettronici di Cosimo Miorelli, alle 2 di notte presso l’auditorium del Museo Revoltella.

Libri, documentari e appuntamenti enogastronomici

Il festival prosegue fino a domenica 19 giugno con tanti appuntamenti in programma: itinerari tra i luoghi di Joyce e della letteratura, appuntamenti enogastronomici, presentazioni di libri, documentari, conferenze, fra cui l'intervento di Edoardo Camurri sabato 18 alle ore 18 presso la Sala Bazlen di Palazzo Gopcevich, musica e ospiti internazionali di prestigio: iI 17 giugno, alle ore 19 al Politeama Rossetti, si terrà il primo appuntamento con il nuovo spettacolo di Mauro Covacich, un monologo/lezione dedicato a Joyce in replica anche il 18 e il 19 giugno alla stessa ora. Nella stessa giornata di venerdì, sempre al Politeama Rossetti, andrà in scena alle 21 Joyce, il piano-recital di Morgan, con la collaborazione del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, che porterà il flusso di coscienza dalle parole dello scrittore alle note del suo pianoforte. Sabato 18 giugno, alle ore 21:00 presso la Sala Luttazzi sarà la volta di Moni Ovadia che con l’attrice Sara Alzetta, porterà in scena oh disse ah, cinquanta minuti di concentrato joyciano distillato dalle pagine dell'Ulisse dal suo traduttore Enrico Terrinoni.

Itinerari a piedi sulle tracce di James Joyce

Inoltre, fino a gennaio 2023 sono disponibili speciali itinerari a piedi sulle tracce di James Joyce nei vari luoghi che era solito frequentare in città, organizzati da PromoTurismoFVG. Tutte le visite sono in partenza dall’infopoint di PromoTurismoFVG di Piazza Unità d’Italia 4/b al costo di 12,00 euro e gratuità con FVGcard, la discovery card del Friuli Venezia Giulia (per maggiori informazioni scrivere a info.trieste@promoturismo.fvg.it o chiamare allo 040 3478312).

Anche il Museo Joyce offre visite guidate previa prenotazione nelle giornate e negli orari di apertura indicati sul sito: https://museojoycetrieste.it/

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloomsday, a Trieste torna il festival di Joyce

TriestePrima è in caricamento