Lunedì, 15 Luglio 2024
La festa del vento

"Boramata", un weekend tra girandole e aquiloni: gli appuntamenti di domenica

Prosegue per tutto il weekend la festa dedicata al folle vento di Trieste. Tra le iniziative di domenica 4 giugno, un appuntamento dedicato alle memorie storico-climatiche legate alla Bora e al clima che cambia. Lunedì la vendita delle girandole: il ricavato all’Associazione Trieste entra in gioco Aps

TRIESTE - Prosegue per tutto il weekend Boramata, la festa dedicata al folle vento di Trieste, con tante iniziative anche per la giornata di domenica 4 giugno. Per chi non avesse ancora avuto modo di ammirare lo spettacolo, vale la pena recarsi in Piazza Unità, dove fino a lunedì si potrà ammirare il coloratissimo prato di girandole che caratterizzano la manifestazione. E anche gli aquilonisti, che ieri si sono esibiti in strepitose acrobazie aeree con i loro aquiloni dalle mille forme, toneranno in Piazza con nuove evoluzioni guidate dal vento. Nel pomeriggio di domenica 4, alle 17, l’appuntamento è al Museo Revoltella, con il progetto “Che vento faceva-Memorie del clima”, curato dall’Associazione Culturale Museo della Bora insieme a molti partner. 

Saranno proposte tre videopillole storico-scientifiche, memorie storiche ma anche climatiche, che attraverso immagini e voci di esperti ripercorreranno tre storie memorabili del passato che hanno il vento come protagonista. Si tratta di tre documenti video dedicati a un’antica testa di vento rinvenuta ad Aquileia, alla battaglia della Bora (nei pressi del Vipacco, 394 d.C.) e alla bitta dei venti sul Molo Audace di Trieste. La prima, sulla testa di vento, avrà le voci di Francesca Pitacco, presidente dell’Associazione Guide Turistiche del Friuli Venezia Giulia, Marta Novello, direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Aquileia, Renato Colucci, presidente della Società Meteorologica Alpino-Adriatica e ricercatore dell’Istituto di Scienze Polari del Cnr. La seconda, sulla “battaglia della Bora”, vedrà gli interventi di Pitacco e Colussi, e l’ultima, sulla bitta dei venti, sarà arricchita anche da interventi di Marzia Vidulli Torlo, conservatore del Museo d’Antichità Winckelmann, Paola Del Negro, direttrice generale dell’Ogs,  Fabio Raicich, dell’Istituto di Scienze Marine del Cnr, Lorenzo Peter Castelletto, dell’Area Marina Protetta di Miramare. In occasione dell’incontro verrà donata (fino ad esaurimento) una cartolina da collezione firmata dall’illustratore Guido “Zut” Pezzolato.

La vendita delle girandole

Ma la festa non finirà così, perché lunedì 5 giugno, alle 17, in Piazza Unità ci sarà la tradizionale vendita delle girandole: il ricavato verrà devoluto interamente all’Associazione Trieste entra in gioco Aps. Nata nel 2013 come gruppo di amici, è un’associazione di promozione sociale che opera per creare inclusione attraverso il veicolo dello sport. Organizzata da Prandicom, dall’Associazione Museo della Bora come partner, con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, il sostegno di AcegasApsAmga e la collaborazione del Comune di Trieste, Boramata è parte del cartellone di Triestestate e del festival MareDireFare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Boramata", un weekend tra girandole e aquiloni: gli appuntamenti di domenica
TriestePrima è in caricamento