Venerdì, 30 Luglio 2021
Eventi

È tempo di Boramata, il festival che omaggia i "refoli" di casa nostra

La rassegna inizierà venerdì 18 giugno con la tradizionale e pacifica invasione delle girandole in piazza Unità. Tra escursioni e podcast, ecco come il festival realizzato dalla Prandicom e ideato da Rino Lombardi si prepara a ripartire

Boramata-3Un "refolo" di Bora per aggiungere entusiasmo alle riaperture che contraddistinguono la tanto attesa ripartenza. Il festival che omaggia il celebre vento triestino è arrivato alla sua sesta edizione e la Prandicom, organizzatrice della kermesse, annuncia il nuovo e rinnovato calendario di eventi. La prima raffica andrà inscena venerdì 18 giugno quando, fin dalle prime ore del mattino, piazza Unità assisterà alla pacifica invasione delle caratteristiche girandole, realizzate in collaborazione con Edilmaster, la scuola Edile di Trieste. Le stesse verranno messe all'asta ed il ricavato finirà in beneficenza a favore dell'Associazione per i Bambini Chirurgici dell'ospedale infantile Burlo Garofolo. Boramata 2021 sarà anche l'occasione per fare il punto sul Museo del Vento (incontro in programma sabato 19 giugno alle 11 all'interno del festival MareDireFare, scuderie del castello di Miramare, ingresso gratuito ndr), ma anche per ammirare Sara Rizzetto, vicecampionessa europea di aquiloni acrobatici che darà spettacolo sempre in piazza Unità. Tra progetti per raccogliere le memorie triestine relative al vento ed escursioni sul monte Carso (uno dei varchi delle raffiche ndr), il festival sbarca anche sul web con alcuni podcast dedicati proprio alla Bora. "Negli ultimi anni - ha sottolineato Federico Prandi - il loro utilizzo è cresciuto, fino a farlo diventare uno dei canali emergenti di comunicazione". Parole confermate da Rino Lombardi, copywriter ed ideatore del Progetto Bora Museum. "La Bora può essere una straordinaria guida della città, grazie alla compagnia dei triestini per rendere questo racconto ancora più autentico". Attraverso il lavoro della Eccentric Records Studio di Davide Rizzatti, la voce narrante di Giovanni Marzini e lo speaker Adriano Giraldi, i podcast di Boramata sono stati registrati da Francesca Pitacco, Nicolò Giraldi, Giovanna Micol, Massimiliano Penazzi, Mitja Gialuz e molti altri. Insomma, per gli organizzatori (che si avvalgono della collaborazione del Comune di Trieste e del contributo della Regione ndr) è tempo di sperare in venti favorevoli. Il programma completo è disponibile su www.museobora.org.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È tempo di Boramata, il festival che omaggia i "refoli" di casa nostra

TriestePrima è in caricamento