Al via “Risuonanze 2017”, istantanea sul presente della musica contemporanea

Akiko Kozato

Cinquantuno compositori internazionali, 40 opere in prima esecuzione assoluta, 9 in prima esecuzione in Italia e 2 in prima esecuzione nella loro nuova versione, 480 brani (un vero e proprio record) provenienti da tutti i cinque continenti, selezionati nell’ambito della “Call for Scores Risuonanze 2017”, 5 concerti a partire da Sabato 17 giugno, alle 20.45, alla Casa della Musica di Trieste dove si esibiranno Akiko Kozato (mezzosoprano) e Adele D’Aronzo (pianforte). Le altre date saranno a Pasian di Prato, Udine e Tricesimo, saranno coinvolte centinaia di persone tra musicisti, compositori e interpreti.

Sono i numeri di “Risuonanze 2017 – incontri di nuove musiche”, una rassegna musicale, promossa dall’associazione culturale Tke, il cui obiettivo è documentare il presente della musica contemporanea in tutte le sue sfaccettature. Un vero e proprio laboratorio musicale, un’istantanea il cui fine è creare una stretta collaborazione tra i diversi attori coinvolti. Risuonanze, annunciano i responsabili artistici Paolo Longo, compositore e direttore d’orchestra, e Stefano Procaccioli, compositore e docente, porterà in regione la più interessante espressione della produzione musicale recente e inedita. I brani sono quasi tutti composti appositamente per la rassegna, sempre eseguiti in prima italiana e, nella maggior parte dei casi, in prima assoluta.

Una buona parte dei lavori (23 opere) è stata scelta all’interno della “Call for Scores Risuonanze 2017”, che ha visto in quest’ultima edizione una partecipazione eccezionalmente ampia. Al termine di ogni concerto è previsto un incontro tra i musicisti presenti e il pubblico in sala. «Il clima informale che vogliamo creare – spiega Paolo Longo – è finalizzato a stimolare una reale interazione tra il pubblico, le musiche proposte e i musicisti. In questo modo è possibile toccare le più disparate problematiche inerenti la ricezione della musica contemporanea. Sono tematiche che peraltro vengono approfondite anche nei saggi inediti che andranno ad arricchire il programma di sala (edizioni L’Orto della Cultura)».

Sabato 17 giugno, alle 20.45, alla Casa della Musica di Trieste, si esibiranno Akiko Kozato (mezzosoprano) e Adele D’Aronzo (pianforte). Domenica 18 giugno, alle 18, invece, all’Auditorium Venier di Pasian di Prato, concerto di Tommaso Bisiak (flauto) e Reana De Luca (pianoforte) mentre, alle 21, stesso luogo, esibizione di Tiziano Cantoni e Fosca Briante (flauti). Lunedì 19 giugno, alle 16.30, a Palazzo Antonini Belgrado, a Udine, sarà possibile ascoltare Stefano Furini e Verena Rojc (violini). Il programma si chiuderà sabato 16 settembre, alle 20.45, a Villa Miotti de Braida, a Tricesimo, con il concerto di Rocco Resigno (trombone).

L’edizione 2017 della rassegna è patrocinata dalla Camera dei Deputati, della Provincia di Udine, dei Comuni di Tricesimo e Pasian di Prato, dalla Federazione Cemat, dalla Simc-Società italiana di musica contemporanea e dal Club Unesco Udine e gode delle media partnership con Radio Capodistria, TV Koper Capodistria e RadioCEMAT, che trasmetterà tutti i concerti in differita di 24 ore all’indirizzo www.radiocemat.org.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Passeggiata gratuita alla scoperta dei grandi imprenditori nella storia di Trieste

    • dal 20 agosto 2020 al 2 settembre 2021
    • Campo San Giacomo
  • "Ero uno zombie ma sono guarita", la battaglia di Anna contro l'anoressia diventa una mostra

    • Gratis
    • dal 1 marzo al 30 aprile 2021
    • Leali delle Notizie
  • Il dinosauro Big John sta per "prendere vita", riprendono le visite allo showroom

    • dal 23 al 20 aprile 2021
    • Showroom Zoic
  • L'Istituto Canossiano riavvia i centri estivi per i più piccoli, si parte il 5 luglio

    • dal 19 aprile al 3 settembre 2021
    • Istituto Canossiano
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TriestePrima è in caricamento