Guča Winter Edition, sabato 27 febbraio il travolgente folk dei Dubioza kolektiv

Sono la band balcanica più popolare e amata degli ultimi anni, sono considerati il nuovo fenomeno dei Balcani e sono uno dei gruppi leader del panorama musicale dell’Est Europa, i bosniaci Dubioza Kolektiv che hanno saputo conquistare la critica e il pubblico anche all’Eurosonic, la celebre fiera musicale tenutasi nei giorni scorsi a Groningen in Olanda.

Anticipato dal singolo “Free.mp3 (The Pirate Bay Song)” che, in poco più di due mesi, ha già superato i 3,5 milioni di visualizzazione su YouTube, il prossimo 5 febbraio uscirà il nuovo “Happy Machine” con la partecipazione straordinaria di alcuni ospiti davvero d’eccezione: dal grande Manu Chao al trombettista macedone Dzambo Agusev, passando per il nostro Roy PaciBenji Webb degli Skindred, il cantante delPunjabi BEE2 e la band ska-rumba catalana La Pegatina.

In Italia arriveranno a fine febbraio con un nuovo atteso tour di 5 tappe: a grande richiesta torneranno a Trieste e saranno le star della speciale Winter Edition di “Guča sul Carso”, il più importante festival balkan in Italia, che ogni anno ospita i principali nomi mondiali della scena musicale balkan e delle sue contaminazioni (Goran Bregovic, Manu Chao, Magnifico, Boban e Marko Markovic, gli stessi Dubioza e tantissimi altri). La nuova edizione del festival, ideata e organizzata sempre dall’associazione culturale Altramusica si terrà sabato 27 febbraio (apertura porte ore 19:30, inizio concerti ore 21:00) nella grande tensostruttura allestita nell’area di Borgo Grotta Gigante, alle porte di Trieste con centinaia di giovani e meno giovani in arrivo da tutta Italia e da tutta Europa per la festa balkan più travolgente dell’inverno, che sarà animata anche dallo spettacolare aftershow “Balkan Grill” con dj Pravda alla consolle e Chef Moskawskaja alla griglia. I biglietti (prezzo promozionale di 12 euro più i diritti di prevendita fino al 12 febbraio!) sono già in vendita online su Ticketone.it, Eventim.si e nei punti vendita autorizzati. Tutte le info sono disponibili sulla pagina facebook Guča na Krasu - Guča sul Carso e sul sito ufficiale www.gucanakrasu-gucasulcarso.com

Considerato il nuovo fenomeno musicale balcanico, i bosniaci Dubioza Kolektiv hanno fatto conoscere sui palchi dei principali festival europei il proprio mix energetico di ska, hip-hop, reggae, dub, rock e folk, con il quale portano messaggi di pace e di attivo impegno per il diritto a una vita migliore. La situazione della Bosnia è ritornata alla ribalta nell’anniversario della prima guerra mondiale che ha riportato alla luce le tensioni politiche e sociali e le spaccature interne in un paese che vive una crisi tale da non poter offrire alle giovani generazioni una valida opportunità di emancipazione. I Dubioza Kolektiv sono diventati gli ambasciatori dell’impegno dei giovani bosniaci che si oppongono a questo stato di cose. La musica dei Dubioza ormai raggiunge ogni angolo d’Europa e la radicata convinzione della libera condivisione dell’espressione artistica prosegue anche oggi con il primo singolo dell’ultimo album “Happy Machine” (2016) dal titolo “Free mp3 (The Pirate Bay Song)”, omaggio a Edward Snowden di WikiLeaks e inno contro il copyright, online da inizio novembre su YouTube con più di 3,5 milioni di visualizzazioni.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Passeggiata gratuita alla scoperta dei grandi imprenditori nella storia di Trieste

    • dal 20 agosto 2020 al 2 settembre 2021
    • Campo San Giacomo
  • Ciaspolade, degustazioni e tour: torna lo SkiBus Fvg per Sappada

    • dal 14 febbraio al 24 marzo 2021
  • "Ero uno zombie ma sono guarita", la battaglia di Anna contro l'anoressia diventa una mostra

    • Gratis
    • dal 1 marzo al 30 aprile 2021
    • Leali delle Notizie
  • Il Verdi punta sui “Giovani talenti”: sei concerti con i professionisti del domani

    • dal 30 gennaio al 18 aprile 2021
    • Telequattro
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TriestePrima è in caricamento