menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Grafica primo amor": la personale di Gabry Benci prorogata fino al 30 gennaio

È una mostra di opere scelte, riassuntive del percorso di grafica dell’artista che non si limita a mettere a confronto le opere meno recenti con quelle della presente stagione, ma che consente di porre in evidenza le soluzioni tecniche di volta in volta adottate per dar corpo all’idea di figurazione

La mostra “GRAFICA PRIMO AMORE” di GABRY BENCI, esposta nella Galleria “ La Bottega dell’Immagine” dal 12 c.m., viene prorogata fino al 30 gennaio 2016.

È una mostra di opere scelte, riassuntive del percorso di grafica dell’artista che non si limita a mettere a confronto le opere meno recenti con quelle della presente stagione, ma che consente di porre in evidenza le soluzioni tecniche di volta in volta adottate per dar corpo all’idea di figurazione che era alla base del processo creativo e, ovviamente, i relativi risultati.

Il visitatore avrà così modo di apprezzare l’inesausta ricerca che ha  consentito alla Benci di adeguare la singola opera ad  un preciso ed  accurato progetto artistico, ad esempio ottenendo il nitore assoluto del bianco attorno alla figura incisa mediante un’operazione di ritaglio della matrice metallica per lasciare alla carta, alla fine del processo di stampa, il suo colore incontaminato. Oppure l’ incidere con tecnica xilografica matrici di materiale flessibile, per ottenere un risultato finale di particolare dinamismo compositivo, fino a raggiungere effetti che richiamano l’arte orientale dell’origami, grazie alla piegatura delle matrici prima del processo di stampa .

Sia le fasi ascrivibili alla tecnica incisoria che quelle della rappresentazione dei diversi soggetti sono subordinate nel lavoro artistico della Benci alle esigenze espressive di una sensibilità che raccorda il percepito con l’emozione che esso interiormente suscita, trovando con fresca naturalezza le vie di un felice lirismo, approdando infine al labile confine tra figurazione e astrazione.

La mostra è visitabile fino al 30 gennaio 2016 alla Bottega dell’Immagine, via Franca11/b (bus15) con il seguente orario:

Lun.-Mer.-Dom.-  10-12,30

Mart.-Giov.-Ven.-Sab. 10-12,30 / 17-20

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento