"La regina dell'altrove", alla Minerva la presentazione delle poesie di Giulio Musenga

Giovedì alle 18 verrà presentata la raccolta di poesie di Giulio Musenga "La Regina dell’Altrove", pubblicato da Albatros – Il Filo. Mariastella Malafronte dialogherà con l'autore sulle sue poesie e sarà gradito anche l’intervento del pubblico. Letture di Marina Bilucaglia e insieme all’autore .

Giulio Musenga, nato a Torino, ha girato diverse città d’Italia e scelto Roma, dove ha vissuto gli anni più intensi, come città adottiva, ma da più di 35 anni vive a Trieste. Ha fatto il cantautore, scritto spettacoli teatrali anche per bambini, realizzato un LP “Novembrata” con la GDM; ricevuto il 3° premio al concorso di poesia del Friuli Venezia Giulia, ha pubblicato con Libro Italiano una prima silloge “Un filo di poesie” e alcune sue poesie compaiono nelle raccolte “Antologia delle più belle poesie del premio “Il Club dei Poeti 2008” edito da Montedit-Collana “Le scheggie d’oro” e in “Riflessi” n. 54 edito da Pagine nel 2015.

Non è scelto a caso il titolo del volume, tra le molte poesie che lo compongono, c'è tanto d'altrove nella vita dell’autore. A partire dai suoi “luoghi”, molti, e quello scelto come proprio da ricordare con sorridente nostalgia, dove tornare a cercare ricordi belli ed emozioni antiche, non è quello di nascita o di vita quotidiana, ma è un luogo d'istinto e di elezione da avere come altrove. Quel suo saper staccare dalla vita "saggia" di studio e di lavoro, per entrare in un mondo lastricato di pentagrammi e di fogli trasparenti su cui far correre sogni, sorrisi, pensieri, lacrime che diventano versi, quasi musica...quel saper cambiare, anche con fatica, ma con una forza serena, saper diventar "altro", né migliore, né peggiore, solo diverso, senza pentimenti, senza rancori, senza nostalgia, con nell'anima una consapevolezza nuova che lo accompagna nell'altrove e come sapore quasi solo la percezione di un invisibile sottile filo di malinconia che non è mai tristezza, piuttosto è matrice di nuovi pensieri, nuove riflessioni, nuovi viaggi su e con se stesso, con gli altri, in quel che è stato e che sarà, gustando il riposo, e il nuovo tempo recuperato dopo le tempeste e che custodisce la tenerezza, perché non si perda. Sono tanti “altrove”, senza i quali non sarebbe mai nata la produzione artistica di Giulio.

E la Regina dell’altrove, che è un po’ la fredda regina delle nevi e un po’ la delicata regina delle fate, talvolta solo nebbia, talvolta appassionata, colorata, forte, fa da guida e da metafora degli altrove dell’autore e di quelli di tutti. L’abbiamo incontrata tutti questa regina che è il ricordo di incontri, sentimenti, emozioni che si insinua nel quotidiano e gli regala un altrove sfaccettato, ricco di sinestesie del cuore e della mente. Non è sempre benevola, ma è sempre importante averla incontrata…

Mariastella Malafronte

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Passeggiata gratuita alla scoperta dei grandi imprenditori nella storia di Trieste

    • dal 20 agosto 2020 al 2 settembre 2021
    • Campo San Giacomo

I più visti

  • Passeggiata gratuita alla scoperta dei grandi imprenditori nella storia di Trieste

    • dal 20 agosto 2020 al 2 settembre 2021
    • Campo San Giacomo
  • Ciaspolade, degustazioni e tour: torna lo SkiBus Fvg per Sappada

    • dal 14 febbraio al 24 marzo 2021
  • "Ero uno zombie ma sono guarita", la battaglia di Anna contro l'anoressia diventa una mostra

    • Gratis
    • dal 1 marzo al 30 aprile 2021
    • Leali delle Notizie
  • Il Verdi punta sui “Giovani talenti”: sei concerti con i professionisti del domani

    • dal 30 gennaio al 18 aprile 2021
    • Telequattro
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TriestePrima è in caricamento