"Diari aperti tour": Elisa in concerto al Rossetti

  • Dove
    teatro Rossetti
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 19/04/2019 al 19/04/2019
    21.00
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni
Foto Fabio Lovino

Arriva in città un altro appuntamento con la grande musica. Questa volta tocca ad Elisa, in concerto al teatro Rossetti il 19 aprile alle 21.00. La catautrice torna con "Diari Aperti", il nuovo album in uscita il 26 ottobre per Island Records. Undici tracce, tutte in italiano, che sono anche undici fotogrammi della sua vita, racconti e ricordi ripresi e rivestiti di musica, pagine reali (scritte, disegnate, a volte pasticciate) di quaderni e agende che fin da bambina hanno accompagnato la sua vita e raccolto i suoi pensieri.

Cantante, autrice, polistrumentista e produttrice multiplatino, in Diari Aperti c'è tutta Elisa, quella di ieri e quella di oggi, che si apre al suo pubblico in maniera calda e diretta. In oltre 20 anni di carriera l'artista ha saputo essere un punto di riferimento per la musica italiana (innumerevoli le certificazioni, tra cui un Disco di Diamante, la vittoria a Sanremo nel 2001, la Targa Tenco per il suo album d’esordio “Pipes & Flowers”, tour internazionali di successo, la collaborazione con Morricone nel brano “Ancora qui” per il film “Django Unchained” diretto da Quentin Tarantino), e ora torna sulla scena discografica con un album che è un insieme di suoni originali studiati con cura sartoriale, che mettono in evidenza la sua straordinaria musicalità vocale, e testi limpidi che hanno in sé le sonorità di versi mai banali.

I tre brani che hanno anticipato l'arrivo di "Diari Aperti" descrivono la varietà di colori di questo lavoro che ha come filo conduttore temi sentitamente autobiografici ma allo stesso universali. Ed ecco la poesia di "Quelli che restano" nel duetto intimo e vibrante tra Elisa e Francesco De Gregori. Il brano, scritto interamente da Elisa e pubblicato a sorpresa come primo 'assaggio' del nuovo lavoro, ha subito esordito ai vertici delle classifiche streaming. "Se piovesse il tuo nome" dall'inciso ipnotico e dal suono pieno e vivo, vede le firme di Calcutta, Dario Faini e Vanni Casagrande, nomi di primissimo rilievo dell’attuale scenario autoriale; mentre la dolcezza di "Promettimi" è tutta nella dedica di Elisa al suo secondogenito Sebastian. Il brano è stato scelto per la campagna di Save The Children "Fino all'ultimo bambino", accompagnato da un video commovente diretto dal regista Riccardo Milani. Elisa è entrata così nella famiglia di Save The Children diventandone Ambasciatrice nell’anno del loro centenario.

"Diari Aperti", prodotto dalla stessa cantautrice con Andrea Rigonat e Taketo Gohara, uscirà il 26 ottobre nelle versioni Cd, Lp e in digitale. Tra gli autori anche Davide Petrella (testo e musica di “Tua per sempre”), Francesco “Katoo” Catitti (produzione di “Tua per sempre” insieme ad Elisa, Andrea Rigonat e Taketo Gohara) e Cheope e Federica Abbate (con Elisa nel testo di “Vivere tutte le vite”).

In linea con tutto il progetto, Elisa ha scelto la dimensione intima e avvolgente del teatro per presentare live questo nuovo album e privilegiare il più possibile il rapporto diretto con il suo pubblico. Il “Diari Aperti Tour”, prodotto e organizzato da Friends & Partners, partirà nella prossima primavera.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Passeggiata gratuita alla scoperta dei grandi imprenditori nella storia di Trieste

    • dal 20 agosto 2020 al 2 settembre 2021
    • Campo San Giacomo
  • Ciaspolade, degustazioni e tour: torna lo SkiBus Fvg per Sappada

    • dal 14 febbraio al 24 marzo 2021
  • "Ero uno zombie ma sono guarita", la battaglia di Anna contro l'anoressia diventa una mostra

    • Gratis
    • dal 1 marzo al 30 aprile 2021
    • Leali delle Notizie
  • Il Verdi punta sui “Giovani talenti”: sei concerti con i professionisti del domani

    • dal 30 gennaio al 18 aprile 2021
    • Telequattro
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TriestePrima è in caricamento