"Nel 2021 inizia la nuova stagione politica della città", le proposte di Adesso Trieste

Il giovane movimento politico ha riunito la prima assemblea della sua storia. Le proposte, il territorio e la voglia di cambiamento

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Si è riunita, in via telematica, la prima assemblea cittadina di Adesso Trieste, l’organo principale della nuova associazione che si pone l’obiettivo di governare Trieste nei prossimi anni. In due mesi dalla nascita l’associazione ha raggiunto i 220 iscritti che ieri, sabato 2 gennaio, si sono riuniti per dare forma ed organizzazione ai tavoli tematici che costruiranno il programma di Adesso Trieste per le prossime elezioni amministrative.

Il documento approvato

I partecipanti hanno approvato all’unanimità un documento dal titolo I prossimi passi di Adesso Trieste verso la trasformazione della città, dove si specifica che Adesso Trieste si concentrerà sulla costruzione partecipata del programma coinvolgendo le proprie socie e i propri soci, e in generale la cittadinanza, anche nelle sue forme organizzate, al fine di costruire un insieme di proposte chiare, nette, coraggiose e concrete.

Il programma

Il programma, articolato su basi tematiche e territoriali, costituirà la bussola con la quale Adesso Trieste si candida a governare la città; trasversalmente ai macrotemi alla base delle quattro Assemblee Tematiche - Economia, Ecologia, Sociale, Partecipazione - si affianca il tema della cultura, ritenuto centrale e strategico nel disegno della Trieste del futuro e per questo declinato adeguatamente nei temi di cui ogni Assemblea Tematica si prenderà carico.

Le assemblee territoriali

Oltre alle Assemblee Tematiche sono state ufficialmente costituite anche le assemblee territoriali, che si concentreranno nell’ascolto e nello stimolo alla partecipazione dei seguenti rioni:

Altipiano [Santa Croce, Prosecco, Opicina, Trebiciano, Padriciano, Basovizza]
Trieste Nord-Ovest [Roiano, Gretta, Barcola, Scorcola]
Trieste Nord-Est [Cologna, San Giovanni, Longera]
Trieste Centro [Città Nuova, Barriera Nuova, San Vito, Città Vecchia]
San Giacomo/Barriera Vecchia
Montebello/Rozzol
Trieste Sud [Chiarbola, Servola, Valmaura, Borgo San Sergio]

Gli ordini statutari

Infine, l’Assemblea ha eletto a larghissima maggioranza i propri ordini statutari, così composti: Presidenza dell’Assemblea: Deborah Borca, Leo Brattoli, Barbara Chiarelli, Giorgia Kakovic, Riccardo Laterza (Portavoce), Giulia Massolino (Portavoce), Federico Monti, Dean Zuccolo Segreteria Organizzativa: Massimo Braini (Tesoriere), Marino Calcinari, Tess Cosmini, Giuseppe Gori Savellini, Lina Morselli, Andrea Nicolini, Paola Pini
Collegio di Garanzia: Antonella Farina, Adriana Janežič, William Starc
Revisore Unico dei Conti: Antonio Della Rocca.

Assemblea Tematica Economia: Marino Calcinari, Antonio Saulle, Leyla Vesnic
Assemblea Tematica Ecologia: Giulia Massolino, Federico Zadnich
Assemblea Tematica Sociale: Cristiana Knaflich, Kevin Nicolini, Matteo Verdiani
Assemblea Tematica Partecipazione: Barbara Chiarelli, Giorgia Kakovic, Tommaso Vaccarezza
Assemblea Territoriale Altipiano: Cristiana Knaflich
Assemblea Territoriale Trieste Nord-Ovest: Andrea Fondacaro
Assemblea Territoriale Trieste Nord-Est: Lino Santoro
Assemblea Territoriale Trieste Centro: Franca Vilevich
Assemblea Territoriale San Giacomo-Barriera Vecchia: Luigi Castellani
Assemblea Territoriale Montebello-Rozzol: Sergio Viscovich
Assemblea Territoriale Trieste Sud: Livio Cerneca.

Il testo dell’Ordine del Giorno votato dall'assemblea

“Sono passati ormai due mesi dalla fondazione di Adesso Trieste, lo spazio politico con il quale intendiamo trasformare la nostra città nella direzione di un’economia equa, un contrasto serio alla crisi climatica, la sicurezza sociale per tutte e tutti e nuove forme di partecipazione e cooperazione. In questi due mesi duecento donne e uomini hanno scelto di aderire ad Adesso Trieste per contribuire, con le proprie esperienze, competenze, interessi e conoscenze, al miglioramento della nostra città, come luogo nel quale poter restare o tornare a vivere con dignità. Sono state aperte quattro assemblee tematiche e avviate le esplorazioni urbane di due rioni, Cavana e San Giovanni; altre ne avverranno nelle prossime settimane.

Adesso Trieste sta muovendo i suoi primi passi nello stesso momento in cui le forze politiche tradizionali, di tutti gli schieramenti, continuano a contendersi un consenso sempre più effimero da parte dell’elettorato passando da un annuncio roboante all’altro, senza modificare di una virgola l’approccio fallimentare dimostrato finora verso problemi sempre più urgenti - come la fragilità dell’economia, dell’ambiente e delle relazioni sociali. Di fronte a questo spettacolo siamo sempre più convinti che sia necessario cambiare le regole del gioco, facendo politica insieme con coraggio, lungimiranza, ascolto, condivisione.

Nei prossimi mesi, l’attività di Adesso Trieste si concentrerà dunque sulla costruzione partecipata del programma, a partire dai contenuti del Manifesto di lancio dell’associazione e coinvolgendo le proprie socie e i propri soci, e in generale la cittadinanza, anche nelle sue forme organizzate, al fine di costruire un insieme di proposte chiare, nette, coraggiose e concrete. Il programma, articolato su basi tematiche e territoriali, costituirà la bussola con la quale Adesso Trieste si candida a governare la città; trasversalmente ai macrotemi alla base delle quattro Assemblee Tematiche - Economia, Ecologia, Sociale, Partecipazione - affianchiamo il tema della cultura che è per noi centrale e strategico nel disegno della Trieste del futuro ed è stato declinato adeguatamente nei temi di cui ogni Assemblea Tematica si prenderà carico.

Al termine del percorso di costruzione partecipata del programma, e compatibilmente con i tempi di convocazione delle elezioni amministrative, l’Assemblea Cittadina verrà convocata nuovamente per adottarlo ufficialmente, e per procedere con l’individuazione delle donne e degli uomini che rappresenteranno Adesso Trieste nella competizione elettorale.

Quella di arrivare al governo della città, per cambiare la rotta e trasformare Trieste in un luogo più giusto, ricco di opportunità, sostenibile, sicuro e partecipato, non è una velleità ma un’ambizione concreta. Siamo consapevoli che la sua realizzazione dipende dalla nostra capacità di costruire il cambiamento con, non semplicemente per, le persone; di costruire un vero e proprio Patto per la città. Per questa ragione siamo e restiamo un’associazione aperta a singoli, gruppi, comitati, organizzazioni che condividano la necessità di una discontinuità netta in termini di proposte, modalità, linguaggi, simboli della politica a livello cittadino, nonché nella scelta delle donne e negli uomini chiamate/i a rappresentare tale discontinuità anche nella sfida elettorale”.

I più letti
Torna su
TriestePrima è in caricamento