rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Eventi

Degustazioni e cultura, al via la terza edizione di "Farmer and artist"

Gli aromi dei prodotti agricoli nostrani e di alcune delizie scelte dal resto d’Europa saranno protagonisti dal 19 al 28 novembre del festival internazionale dedicato a una vita sostenibile

Slow Food, i vignaioli locali e molte altre organizzazioni invitano Trieste e i suoi turisti a una sana, buona e giusta cultura della terra. Gli aromi dei prodotti agricoli nostrani e di alcune delizie scelte dal resto d’Europa saranno protagonisti dal 19 al 28 novembre, per la terza edizione di Farmer & Artist, un festival internazionale dedicato a una vita sostenibile. All’interno dell’intero evento, un ruolo da protagonista lo ricoprirà OKÚS, TRIESTE FOOD LAB, una nuova rassegna di cultura enogastronomica dedicata alla conoscenza e all’incontro tra i cibi provenienti da diverse località europee e i vini locali, organizzato dalla rete dei viticoltori Carso Kras e Slow Food Italia. Okús in sloveno significa gusto, ma abbiamo deciso di giocare con questa parola e partendo dalle singole lettere le abbiamo dato un ulteriore significato, costruendo un acronimo, che sta per Organic Karst Unconventional Symposium.

 “Farmer and Artist è uno spazio d’espressione creativo dedicato al mondo enogastronomico e culturale, che vuole diventare sempre più un evento di richiamo nazionale e internazionale" ha dichiarato David Pizziga, presidente del GAL Carso. "L’iniziativa, tra le diverse che stiamo annualmente organizzando, vuol aiutare le varie realtà agricole locali nella promozione e valorizzazione in un momento storico tutt’altro che facile". "Quest’anno - continua il presidente - abbiamo coinvolto realtà di esperienza e professionalità di altissimo livello, per proporre a tutti un’offerta gastronomica di respiro internazionale, un patrimonio unico fatto di materie prime di eccellenza, arte e voglia di ripartire. Se tutto ciò sta avvenendo è grazie alla volontà e alla capacità di tanti stakeholders di operare insieme per il bene comune”.

“Okùs - Trieste Food Lab è una guida per tutti quelli che vorranno conoscere questa splendida città e i territori di confine di Carso e Istria con gli occhi di chi queste terre le ama, di chi in queste terre ci lavora - ha aggiunto Federico Varazi, vicepresidente di Slow Food Italia - Sono gli occhi dei produttori di vino, degli agricoltori e degli artigiani che interpretano ogni giorno con la loro sapienza le risorse della natura per restituirci sapore, cultura, identità. Questa rassegna è la concretizzazione di un piccolo miracolo nato nei tempi bui del primo lockdown, quando il GAL Carso si è fatto promotore di un'iniziativa che in quei giorni ha salvato dalla disperazione tanti piccoli produttori e ha soddisfatto la domanda di cibo buono di molti cittadini, ed è per questo che ai suoi protagonisti abbiamo riconosciuto il titolo di eroi di Slow Food. Quelli di Okùs saranno tre giorni che testimoniano la ripartenza di un territorio che guarda avanti, e noi abbiamo voluto fortemente testimoniare la nostra vicinanza in questo momento, presentando l'Atlante gastronomico dei Presìdi italiani e riunendo in quegli stessi giorni a Trieste il primo incontro in presenza dei legali rappresentanti delle associazioni regionali di Slow Food Italia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degustazioni e cultura, al via la terza edizione di "Farmer and artist"

TriestePrima è in caricamento