menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fuochi epifanici: al via seime e pignarui nel Goriziano

I tradizionali falò, retaggi di un antico mondo pagano, da cui si traggono spesso le previsioni per il nuovo anno. Tra seime e pignarui ecco alcuni dei principali appuntamenti

Un'altra "fiammeggiante" Epifania si prepara in Friuli Venezia Giulia con i tradizionali falò, retaggi di un antico mondo pagano, da cui si traggono spesso le previsioni per il nuovo anno. Tra seime e pignarui ecco alcuni dei principali appuntamenti nel Goriziano, quasi tutti il 5 gennaio, la vigilia dell'epifania.

I primi falò saranno a San Pier d'Isonzo alle 16:30, nell'orto sinergico di via Montes, A Turriaco, a Vermegliano e a Redipuglia le seime saranno accese alle 18 di oggi, 5 gennaio, la vigilia dell'Epifania. Alle 20, invece, la Seima de la barca a Pieris. A Gorizia, in località Casermette, il falò sarà acceso alle 19. Stessa orasarà accesa la casera a Grado, in località Punta Longa, alle 18:30 a Fossalon. Altri appuntamenti da segnalare il pignarul di Mossa (alle 18), Ruttars di Dolegna del Collio (19), Capriva (la Fugarela alle 18), Mariano (19), Corona e Cormons (entrambi alle 17). Domani, alle 17, sarà acceso il fuoco nel campo da baseball di Staranzano, mentre a Gorizia, alle 18, ci sarà il tradizionale arrivo della Befana che si calerà dal campanile di Campagnuzza 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Tradizioni del Carso: perché andar per osmize

social

Cucina tipica: la ricetta della minestra de bisi spacai

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Da lunedì tutto il Friuli Venezia Giulia torna in zona arancione

  • Cronaca

    Party illegale in viale XX Settembre, sanzionati 16 giovani

  • Cronaca

    Abbandona rifiuti edili a Campanelle: 600 euro di multa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento