Mercoledì, 17 Luglio 2024
Eventi

A Palazzo Gopcevich in mostra le sculture dell'artista greca Ioanna Spiteris

Dal 21 luglio al 17 settembre un viaggio tra le opere di una delle protagoniste della scena artistica greca negli anni ’60 e ‘70 del Novecento

TRIESTE - Nella suggestiva cornice della Sala Selva di Palazzo Gopcevich, è stata inaugurata ieri, 21 luglio, la mostra "Ιωάννα-Giovanna-Jeanne Spiteris” dedicata a Ioanna Spiteris, protagonista della scena artistica greca negli anni ’60 e ‘70 del Novecento. L'esposizione, presentata dall'Assessore alle Politiche della Cultura e del Turismo del Comune di Trieste, Giorgio Rossi, offre un'ampia panoramica della produzione dell'artista, tra sculture, disegni, incisioni e modelli in carta. La mostra, realizzata in collaborazione con la Fondazione di Belle Arti Teloglion, la Fondazione Ellenica di Cultura Italia e la Comunità Greco Orientale di Trieste, è patrocinata dall’Ambasciata di Grecia a Roma e dai Consolati Onorari di Grecia e di Cipro a Trieste. L'esposizione beneficia inoltre del sostegno del Ministero della Cultura e dello Sport di Grecia, dell’Università Aristotele di Salonicco e di Aegean Airlines.

L'artista

L'artista, nata nel 1920 e scomparsa nel 2000, ha vissuto tra Atene, Venezia e Parigi, città che hanno influenzato profondamente il suo stile e la sua visione artistica. Il titolo della mostra riflette proprio queste tre tappe fondamentali della sua vita e carriera. L’allestimento comprende sculture in bronzo, marmo, legno, composizioni scultoree, disegni, incisioni, modelli in carta, che rivelano una donna dotata, irrequieta, all’avanguardia, con una forte consapevolezza dell'importanza sociale dell'arte e del suo importante contributo a ogni livello, che invita il pubblico a un dialogo continuo con il suo lavoro. Nel corso dell'inaugurazione, l'Assessore Rossi ha sottolineato l'importanza della collaborazione con le istituzioni greche e ha espresso la sua ammirazione per le opere di Spiteris, che "ci proiettano in un futuro lontano". Ha inoltre elogiato la Comunità Greco Orientale di Trieste per il suo fondamentale contributo alla vita culturale della città.

La mostra

La mostra presenta due periodi distinti del lavoro di Spiteris. Il primo, a Venezia, è caratterizzato dall'uso del ferro e dalla tecnica della saldatura, con forme taglienti e dinamiche. Il secondo, a Parigi, vede una trasformazione del suo stile, con un'attenzione particolare al rapporto tra scultura e architettura e all'uso del colore. Nel corso della sua carriera, Spiteris ha realizzato numerose opere pubbliche e ha partecipato a mostre e concorsi internazionali. Nonostante la diminuzione della sua produzione negli ultimi anni di vita, l'artista non ha mai smesso di esporre le sue opere, soprattutto in Grecia. La mostra, che sarà aperta al pubblico dal 21 luglio al 17 settembre, è accompagnata da una ricca pubblicazione bilingue. Un'occasione imperdibile per scoprire o riscoprire l'opera di una delle artiste più significative del panorama artistico greco del Novecento.  La mostra, accompagnata da una ricca pubblicazione bilingue (greco-inglese), sarà aperta al pubblico dal 21 luglio al 17 settembre 2023 dal martedì alla domenica con orario continuato 10.00-17.00 (lunedì chiuso). Ingresso libero. Per ulteriori informazioni: Fondazione Ellenica di Cultura Italia, e-mail: fondazioneellenicadicultura@gmail.com.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Palazzo Gopcevich in mostra le sculture dell'artista greca Ioanna Spiteris
TriestePrima è in caricamento