rotate-mobile
la manifestazione

Al via la decima edizione de "Le vie delle foto"

Dal 16 maggio torna la mostra dislocata nei locali di Trieste. Tra i nuovi progetti annunciati, quello dedicato agli anziani ospiti della casa di riposo Ad Maiores, le cui pareti verranno abbellite con delle fotografie d'autore

Nel 2022 festeggia la decima edizione “Le vie delle foto”, manifestazione nata nel 2011 che da undici anni trasforma il centro di Trieste, con i suoi esercizi pubblici e locali storici, in un’enorme mostra fotografica. Grazie al format  “Le Vie delle foto” i locali pubblici e gli spazi urbani della città si trasformano infatti in un’unica, gigantesca galleria dove fotografi, professionisti e non, provenienti da tutta Italia e dal resto del mondo, possono esporre i propri scatti e che, a fine evento, anche quest’anno vedrà la pubblicazione di un ricco catalogo fotografico.

Invariata la formula, semplice e di successo, che ogni anno per un mese trasforma Trieste nella “Città della fotografia”: a ogni fotografo viene assegnato un esercizio pubblico tra quelli aderenti al percorso, cosicché le singole mostre possano avere ciascuna un proprio tema. Le foto verranno esposte per tutto il mese e sarà possibile visitare le mostre durante gli orari di apertura dei singoli locali. Ogni sabato del mese sono previste inoltre delle visite guidate con percorsi creati ad hoc per poter ammirare sia le mostre che apprezzare i locali che le ospitano, oltre che, ovviamente, la città in tutti i suoi angoli più belli e caratteristici, anche quelli meno noti.

Cinquanta mostre tra locali e case di riposo

Quest'anno saranno una cinquantina i locali aderenti che ospiteranno le mostre fotografiche di altrettanti artisti, nazionali ed esteri. Da lunedi sarà disponibile in omaggio in tutti i locali che aderiscono all'iniziativa la mappa con gli esercizi che ospitano le mostre. Tra i nuovi progetti annunciati, quello dedicato agli anziani ospiti della casa di riposo Ad Maiores, le cui pareti verranno abbellite con delle fotografie d'autore.

L'obiettivo per le prossime mostre è trovare dei luoghi inusuali, sulla falsariga di un'esposizione che era stata allestita sul Delfino verde.
Durante il periodo delle mostre, tutti i sabati pomeriggio alle ore 16,  la guida volontaria Onoria Fragiacomo terrà delle visite guidate che partiranno da piazza Sant'Antonio, piazza dell'Unità, piazza del Ponterosso e Largo Bonifacio (all'inizio di Viale XX Settembre).

“Le Vie delle Foto” nasce nel 2011 da un’idea dell’imprenditrice triestina Linda Simeone e presenta ogni anno novità e innovazioni; visto il successo delle ultime edizioni caratterizzate da degustazioni ed eventi correlati, anche per questa edizione sono previsti convegni, workshop e presentazioni del progetto in tutta Italia, con l’obiettivo di portare nuovi fotografi a Trieste e Trieste in giro per il mondo, accrescendo l'attrattività turistica e contribuendo allo sviluppo economico della città e delle attività ospitate. Maggiori informazioni sono presenti sul sito www.leviedellefoto.it

Un tramonto per la Giornata mondiale della fibromialgia

In occasione della Giornata mondiale della fibromialgia che viene celebrata il 12 maggio di ogni anno, Le Vie delle Foto, da sempre sensibile alle iniziative di solidarietà, ha deciso di sposare il progetto dell'AISF - Associazione Nazionale Sindrome Fibromialgica ODV che prevede l’illuminazione della Fontana del Nettuno in Piazza della Borsa a Trieste.

Tra tutte le persone che il 12 maggio al tramonto scatteranno una foto della Fontana del Nettuno illuminata di viola per la fibromialgia, verrà scelta la più suggestiva che riceverà in omaggio un weekend per due persone a Forni di Sopra (Udine) gentilmente offerto dall’Hotel Posta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via la decima edizione de "Le vie delle foto"

TriestePrima è in caricamento