"C'era una volta un bambino", lo spettacolo per i più piccoli al Lunatico Festival

Al Lunatico Festival uno spettacolo per famiglie (per bambini dai 4 anni) con la produzione di CTA – Centro Teatro Animazione e Figure di Gorizia grazie al supporto di Fondazione Pittini

Racconto per attrice e oggetti, liberamente ispirati alle opere di Lele Luzzati
testo e regia Luisa Vermiglio
con Elena De Tullio

Lo spettacolo inizia come una favola e segue alcune tappe della vita del piccolo Emanuele Luzzati, in arte Lele, che da grande voleva fare il pittore. Lele, fin da piccolissimo, disegna e disegna, disegna di tutto: le mele, il banco di scuola, l’amico, il gatto.. E poi comincia a viaggiare per inseguire il suo sogno. Finché scoprirà il Teatro, con i suoi spazi misteriosi e le sue magie. E i suoi disegni a due dimensioni diventeranno personaggi colorati capaci di raccontare tutte le storie del mondo. Un breve racconto per accostare anche i più piccoli all’opera di Luzzati, ma anche un
pretesto per giocare con il disegno, l’arte, il teatro, accompagnando i bambini a scoprire come quel mondo di immagini, tanto vicine a loro, possano appassionare e divertire.

INIZIO SPETTACOLO ORE 21.00
INFO PRENOTAZIONI
Ingresso gratuito su prenotazione.
– 20 posti sono prenotabili online al link https://www.eventbrite.it/e/113156468042
– ulteriori posti saranno prenotabili solo nella giornata dell’evento presso l’infopoint a Il Posto delle Fragole (via Pastrovich 4, Parco San Giovanni, Trieste) attivo dalle 18.30 alle 20.00. I rimanenti posti disponibili saranno a disposizione dalle 21 all’ingresso dell’area spettacolo.

Il numero di posti è limitato secondo il regolamento della sicurezza in uso. Gli spettacoli si svolgeranno all’aperto, sul palco esterno del Teatrino Franca e Franco Basaglia (massimo 70 spettatori). In caso di maltempo si svolgeranno all’interno (massimo 40 spettatori).
Accesso all’area spettacoli dalle 20.30.

Luisa Vermiglio è attrice e autrice teatrale. Si diploma presso l’Accademia dei Filodrammatici di Milano e, dopo sedici anni di professionismo in tutta Italia (ha collaborato, fra gli altri, con il Teatro Stabile del FVG e il Teatro Nazionale di Roma), rientra in regione dove riapre il Centro Universitario Teatrale di Trieste e partecipa ai palinsesti di RAI FVG anche come programmista regista.
A Monfalcone, dal 2000 ha coordinato e coordina alcuni progetti teatrali per bambini e ragazzi, in collaborazione con il Comune e l’Ente Regionale Teatrale del FVG: il laboratorio per adolescenti “Fare Teatro”, il progetto speciale “MAT+S” per le scuole primarie e “Dentro la scena”.
Ha partecipato con successo al Corso di Alta Formazione “Il teatro come strumento per le professionalità educative” presso l’Università degli Studi di Bologna. Nel 2019, per il CTA mette in scena LA STORIA DI ESTER, tratto dalla storia biblica di Ester, di e con Luisa Vermiglio con le figure del teatrino di Lele Luzzati.

Emanuele Luzzati

“La mia infanzia è stata assai felice: mi piaceva inventare storie, disegnare, pasticciare con carta, colori e burattini. Quando raggiunsi i sette anni, è nata una sorellina, cioè lo spettatore ideale per i miei teatrini, per le mie favole, (…) Quando sono tornato in Italia ho continuato da professionista a fare le stesse cose che facevo da bambino (..) mi sono buttato nel teatro (…) ho raccontato favole in vari modi sia come illustratore sia come narratore; ho plasmato una infinità di personaggi e poi con Giulio Gianini, (…) abbiamo incominciato a raccontare storie anche col cinema d’animazione” Lele Luzzati (Genova, 3 giugno 1921 – Genova, 26 gennaio 2007).

Noto soprattutto come scenografo e illustratore, Emanuele Luzzati è stato maestro in ogni campo dell’arte applicata, capace di usare con maestria ogni sorta di materiale: dalla terracotta allo smalto, dall’intreccio di lane per arazzi all’incisione su supporti diversi, ai collage di carte e tessuti composti per costruire bozzetti di scene, di costumi, di allestimenti navali. Interprete di una cultura figurativa abile e colta, la ricchezza del suo mondo fantastico, l’immediatezza ed espressività del suo stile personalissimo, ne hanno fatto uno degli artisti più amati ed ammirati del nostro tempo.

Nel 1940 è costretto ad abbandonare la sua città a causa delle leggi razziali. Trasferitosi a Losanna, studia e si diploma all’Ecole des Beaux Arts. Nel corso della sua carriera realizza più di cinquecento scenografie per Prosa, Lirica e Danza nei principali teatri italiani e stranieri, illustra e scrive diversi libri dedicati all’infanzia, esegue svariati pannelli, sbalzi ed arazzi collaborando con architetti per
arredi navali e locali pubblici. Con Gianini si dedica al cinema d’animazione ed è stato per due volte candidato al Premio Oscar per La gazza ladra (1964) e Pulcinella (1973).

Espone le sue opere in molte città Italiane ed europee tra le quali ricordiamo Venezia, in occasione della Biennale, Parigi e Salonicco. Riceve svariati riconoscimenti tra i quali la nomina a membro dell’AGI (Alliance Graphique Internationale), dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences e il conferimento da parte dell’Università di Genova della laurea honoris causa inArchitettura. Infine viene nominato dal Presidente Ciampi “Grande Ufficiale della Repubblica”.

Nel 1995 riceve il Premio Ubu per la scenografia del Pinocchio prodotto dal Teatro della Tosse di Genova di cui, insieme a Tonino Conte e Aldo Trionfo è stato fondatore e direttore artistico. Nel 1998 viene inaugurato a Genova il suo museo permanente. Nello stesso anno progetta un parco giochi per bambini per il Comune di Santa Margherita Ligure, ispirato al Flauto Magico di Mozart. A 86 anni, muore a Genova il 26 gennaio 2007, nella casa dove ha abitato tutta la vita. “Di fronte alle sue scenografie si ha quasi sempre l’impressione di finire mani, piedi e pensieri dentro un sogno.” Giorgio Strehler

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Muja Buskers Festival: gli artisti di strada nel segno di Leonardo (VIDEO)

    • dal 23 August 2019 al 25 August 2020
  • Barcolana, il mare in mostra in una collettiva alla Tribbio

    • dal 5 October 2019 al 5 September 2020
  • Equitazione per bambini all'ippodromo, dal 15 giugno al via lo stage

    • Gratis
    • dal 15 June al 11 September 2020
    • Presso Ippodromo di MONTEBELLO
  • Teatro Verdi: al via una carrellata di concerti "estivi" per la ripartenza (PROGRAMMA)

    • dal 21 June al 7 August 2020
    • Teatro Verdi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    TriestePrima è in caricamento