Eventi

Da Trieste fino a Zara, l'Irci omaggia i 200 anni della Luxardo con una mostra

L'azienda fondata nella città dalmata ed oggi stabile in provincia di Padova sarà protagonista di una mostra che verrà inaugurata venerdì 23 luglio (solo su invito) e visitabile da sabato 24. Ingresso libero, nell'articolo tutte le informazioni utili

La Luxardo compie 200 anni e Trieste brinda al suo successo dedicandole una mostra curata dall'Istituto Regionale di Cultura Istriano Fiumano Dalmata. Si terrà venerdì 23 luglio in via Torino l'inaugurazione della rassegna che resterà aperta al pubblico dal 24 luglio fino al 12 settembre. L'omaggio della capitale morale dell'esodo alla grande azienda zaratina fondata nel 1821 da Girolamo Luxardo rappresenta "un vero e proprio viaggio nella storia dei rosoli e maraschini di Dalmazia". La mostra anticipa la raccolta di testimonianze e di cimeli che andranno a comporre il museo che la famiglia intende aprire al pubblico a Torreglia (località in provincia di Padova dove i Luxardo ricrearono l'azienda dopo la fuga dall'Adriatico) l'anno prossimo. 

Le parole della famiglia

“Siamo grati all'Irci e a Trieste  – commenta Franco Luxardo, senior partner di Luxardo Spa – per l’omaggio che hanno voluto dedicarci e che apprezziamo profondamente".Tra i più longevi esempi di storia imprenditoriale italiana, la Luxardo sarà protagonista di un'esposizione unica nel suo genere. Si potranno ammirare gallerie di documenti e atti storici, vecchie onorificenze rilasciate negli anni ai dipendenti, vasi e vetri realizzati dai celebri maestri vetrai muranesi, antiche ampolle, le celebri bottigliette in ceramica di Faenza degli anni Trenta personalizzate, oggi ambitissime dai collezionisti, cartoline ed inserzioni pubblicitarie realizzate su guide tematiche dal 1880 agli anni Quaranta del Novecento e su varie riviste dagli anni Venti agli anni Cinquanta, i manifesti d’epoca e molto altro.  

Gli orari della mostra

"E' quasi impossibile parlare di Zara prescindendo dalla Luxardo e dal suo Maraschino - queste le parole di Franco Degrassi, numero uno del sodalizio di via Torino ed in procinto di trasferire il suo museo nei locali del Porto vecchio -. L’azienda continua ad essere l’eccellenza di questo liquore in tutto il mondo. I.R.C.I. ha ritenuto doveroso ricordare una ricorrenza di tale portata, e obbligo morale e culturale verso il pubblico testimoniare questo bicentenario attraverso una mostra che ne conservi la memoria”. All'inaugurazione sarà possibile accedere solo su invito e dal giorno 24 luglio sarà possibile visitarla tutti i giorni dal lunedì alla domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18.30.  L'ingresso è libero nel pieno rispetto delle norme anti Covid. Ulteriori informazioni al numero di telefono 040 639188 oppure scrivendo una mail al seguente indirizzo: irci@iol.it. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Trieste fino a Zara, l'Irci omaggia i 200 anni della Luxardo con una mostra

TriestePrima è in caricamento