rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Eventi

Martedì 30 agosto: gli Appuntamenti al Gopcevic

Proseguono e si avviano a conclusione con pieno successo a Palazzo Gopcevic (con una media di oltre mille persone a sera e una punta di oltre 2.000 nella serata di mercoledì 17), promossi dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste e dal...

Proseguono e si avviano a conclusione con pieno successo a Palazzo Gopcevic (con una media di oltre mille persone a sera e una punta di oltre 2.000 nella serata di mercoledì 17), promossi dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste e dal Civico Museo Teatrale "Carlo Schmidl" in collaborazione con Casa della Musica-Scuola di Musica 55, gli appuntamenti dell'edizione 2011 di "Musei di Sera", con concerti, "Notturni", cinema, visite musicali, laboratori per bambini e una mostra di antichi strumenti meccanici.

Martedì 30 agosto, alle ore 21, l'incontro "di punta" della penultima serata sarà lo spettacolo di Nicolò Ceriani "Sposini contenti con mille capricci tra note e un armadio dai fondi posticci: scene aneddotiche di vita quotidiana e musicale all'ombra di due grandi napoletani, i fratelli Ricci, e? un disturbatore triestino". Ne sono interpreti i baritoni Nicolò Ceriani e Paolo Rumetz (nei ruoli rispettivamente di Luigi e Federico Ricci), l'attore Giulio Cancelli (nei panni di Luigi Stolz alias Luigino Ricci) e il pianista Sergio Cimarosti, nel ruolo di Francesco Sinico, con la partecipazione dell'attrice Marzia Postogna.

"Sposini contenti con mille capricci tra note e un armadio dai fondi posticci": gli interpreti dello spettacolo durante una prova in una foto di Massimo Goina.

In un ironico e movimentato quadro di vita triestina si scontrano, tra lezioni di canto e armonia, battibecchi sentimentali e nevrosi quotidiane, le vite di due famiglie che hanno fatto grande la Trieste musicale del primo Ottocento: quella dei fratelli napoletani Luigi e Federico Ricci, interpretati per l'occasione da due celebri baritoni triestini (Paolo Rumetz e Nicolò Ceriani, che per la prima volta avranno la curiosa possibilità di duettare assieme) con quella dei Sinico, il cui capostipite verrà personificato dal duttile pianismo di Sergio Cimarosti. A dipanare il filo del racconto, l'attore Giulio Cancelli che assume le sembianze di Luigino Ricci, figlio illegittimo di uno dei due fratelli e, nella pochade, anche alunno di composizione del vecchio Sinico. Uno spettacolo vivace, pieno di situazioni piccanti ed equivoche e di tanta musica, custodita negli archivi dello Schmidl e, per l'occasione, riscoperta ed eseguita con un finale a sorpresa, com'è ormai tradizione delle mini-commedie musicali di Nicolò Ceriani.

Intanto, già alle 20.30, all'Aula didattica del Museo, al 1° piano, per la rassegna "Cinema in Scena", realizzata in collaborazione con La Cappella Underground, sarà proiettato il film "Le vite degli altri" (Das Leben der Anderen, Germania 2006, col. 137'), regia di Florian Henckel von Donnersmarck, con Ulrich Mühe, Sebastian Koch, Martina Gedeck, Ulrich Tukur, Thomas Thieme, Hans-Uwe Bauer, Volkmar Kleinert, Matthias Brenner, Charly Hübner, Herbert Knaup. A Berlino Est nel 1984, un drammaturgo e la sua compagna, attrice di teatro, sono considerati dal regime comunista fra i più importanti intellettuali. Ma il ministro della cultura, innamoratosi dell'attrice, dà l'incarico al migliore agente della Stasi di spiare la coppia.

Poi, alle 22.30, alla Sala "Bobi Bazlen" (al piano terra) il "Notturno" propone una lettura a leggìo di Marzia Postogna del monologo di Giuliana Stecchina "Teresa Stolz: una voce a Trieste".

Dalle 20 alle 24, le "Stanze della Musica" faranno risuonare le sale espositive del Museo, al 1° e al 2° piano, di una visita-concerto a cura di un gruppo di ciceroni (Elisabetta Buffulini, Emilio Medici, Annalisa Sandri, Franca Tissi) e di musicisti (Marco Favento violino, Massimo Favento violoncello, Tommaso Bisiak flauto, Aurora Sabia pianoforte).

Sarà invece Marta Finzi ad accompagnare i visitatori alla scoperta della mostra "Suoni di Carta: autopiani e scatole sonore nelle collezioni del Civico Museo Teatrale "Carlo Schmidl"", allestita alla Sala "Attilio Selva", al piano terra; raccolta che si è recentemente arricchita, grazie alla donazione dell'Associazione Triestina Amici dei Musei "Marcello Mascherini", di un autopiano tedesco proveniente dalla collezione fiorentina di Giuseppe Buonincontro.

Completano l'offerta di "Musei di Sera":

- la doppia performance (ore 21.30 e 23) di Ornella Serafini nelle vesti di un'insolita dona dele pulizie, "Scove, Storie e Straze? allo 'Schmidl' a lustrar vetrine e pavimenti", con nuove canzoni inserite espressamente per queste ultime repliche;

- il laboratorio per bambini dai 7 agli 11 anni "S/Costumati all'Opera" a cura di Oplàrt, con Susan Petri, Daniela Derossi, Anna Pettener, Sabrina Ivicevic e Magda Martinci (inizio alle 20.30, durata 90', prenotazione obbligatoria al numero 040-675.4068 nella stessa mattinata di martedì, dalle 9 alle 13).

"Musei di Sera 2011" hanno il sostegno di Miljan Todorovic, Console Onorario della Repubblica Slovacca, Fondazione CRTrieste, Unicredit S.p.A., Impresa Costruzioni Edili G. Cramer e Figli, Banca Medio Credito del Friuli Venezia Giulia S.p.A., Cooperativa Arianna, Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali, Trieste Trasporti, Officine Barnobi, Stella Arti Grafiche e Seboflex Segulin.

L'ingresso è libero

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martedì 30 agosto: gli Appuntamenti al Gopcevic

TriestePrima è in caricamento