menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Join the dots": inaugurata l'installazione “Distances and Destinations”

L'opera formata da 14 assi di legno di oltre 2 metri ciascuna esplora il tema di “Identità e Alterità”

Inaugurata ieri sera al Salone degli Incanti, alla presenza del Sindaco Roberto Dipiazza, nell'ambito della grande mostra di arte contemporanea di Imago Mundi “Join the Dots / Unire le distanze”, l'installazione “Distances and Destinations”, dell’artista lituano Algis Kasparavi?ius.
14 assi di legno, di oltre 2 metri ciascuna, l'opera esplora il tema di “Identità e Alterità” indagando la relazione tra le aspettative verso noi stessi e la realtà: le “destinazioni” sono gli obiettivi che ci poniamo; le “distanze” indicano invece gli ostacoli a questi traguardi. Nell’installazione di Kasparavic?ius le assi di legno rappresentano la ricerca personale che involontariamente si trasforma in autoesilio: le scarpe nere fissate alle tavole restano immobili, incapaci e impossibilitate a raggiungere la propria destinazione.

Contestualmente, sullo stesso tema guida “Identità e Alterità”, si è svolto anche, all'Auditorium dello stesso Salone degli Incanti, il primo di una serie di tre appuntamenti di riflessione che ha visto protagonisti alcuni rappresentanti della cultura e delle comunità storiche di Trieste, sloveni, serbi, croati e greci, a testimonianza del carattere cosmopolita e multietnico della città, proiettata al contempo nel Mediterraneo e verso Est, esposta a correnti culturali e religiose che qui si sono incontrate, conosciute e confrontate.
L'esposizione “Jon the Dots / Unire le distanze”, organizzata con la collaborazione del Comune di Trieste, è un grande laboratorio progressivo dedicato alla diversità culturale, in cui l’arte contemporanea fa da guida in un cammino che si estende nel tempo e nello spazio verso le conoscenze, le tradizioni, le storie e i linguaggi dell’umanità. Attraverso 40 collezioni che avvicinano e mettono in dialogo il Mediterraneo, la Mitteleuropa, i Paesi Balcanici e Baltici e il Medio Oriente, l’arte di “Join the Dots / Unire le distanze” avvicina e unisce popoli e terre, idee e religioni.

identità e alterità-2

installazione 2-2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Cucina di mare: la ricetta delle canocie in busara

Cura della persona

Scrub fai da te: la ricetta super naturale per labbra perfette

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid in Fvg: balzo della percentuale, tra test e positivi è sopra l'11

  • Cronaca

    Usa un terreno a Campanelle come "discarica abusiva": 600 euro di multa

  • Cronaca

    Covid: Fvg a rischio zona rossa, preoccupano i contagi a Udine

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento