Giovedì, 13 Maggio 2021
Eventi

"La nuova Trieste-Opicina" evolve in un super evento con auto, moto e aerei "vintage"

Bucci: «Un evento che sarà di carattere nazionale e internazionale: sarà una importante vetrina e fonte di attrattiva turistica per la nostra città»

“La nuova Trieste-Opicina” sarà uno dei grandi eventi del 2017, in programma l'1 e il 2 aprile, rievocando il percorso storico, che si snoderà da via Fabio Severo fino a Opicina, per far rivivere alla città una manifestazione degli anni '60, molto amata da tutti i triestini che ne serbano ancor oggi un ricordo indelebile. Lo ha annunciato l'Assessore al Turismo, Promozione del territorio e Sviluppo Economico del Comune di Trieste, Maurizio Bucci, alla presenza di numerosi rappresentanti del Comitato organizzatore, tra cui il presidente Emilio Terpin con i vicepresidenti Francesco Di Lauro e Stefano Zuban, i presidenti del Club Venti all'Ora, Paolo Grava con Roberto Giovannini e Enrico Cuttini, socio fondatore, del Club Amici della Topolino Antonio Lombardi con Roberto Ballaben, del Club Stile Alfa Romeo Rodolfo Frausin, del Motoclub Trieste, Paolo Parlotti con il comandante Pegan.

«Lanciamo con grande entusismo questa proposta e la collaborazione dei Club cittadini con il "primo cerchio di virtuosi" e del Comitato organizzatore per far conoscere mese per mese l'evoluzione di un evento che sarà di carattere nazionale e internazionale con l'obiettivo di coinvolgere tutti i club e le associazioni che hanno nel cuore le auto d'epoca, e con la convinzione che sarà una importante vetrina e fonte di attrattiva turistica per la nostra città – ha dichiarato l'assessore Bucci – incoraggiati anche dallo strepitoso successo che ha registrato la mostra di moto d'epoca allestita di recente al Salone degli Incanti. Allo stesso tempo l'idea è di realizzare la “Settimana dei motori”, ampliando così le giornate della “Nuova Trieste/Opicina” per far sì che in quel periodo le persone vengano a Trieste ad assaporare l'atmosfera degli anni '60 e provare emozioni di fronte a 'bolidi' passati alla storia».

bucci trieste-opicina-2

«L'Amministrazione comunale – ha aggiunto Bucci – nei prossimi giorni organizzerà un incontro nella Sala del Consiglio comunale a cui saranno invitati tutti i club e associazioni cittadini. Finora la risposta da parte dei Club è stata eccezionale – ha puntualizzato ancora l'assessore -. L'invito che rivolgo è quello di rispolverare le auto d'epoca e non solo, possibilmente anche l'abbigliamento 'vintage' in tema anni '60, e partecipare all'evento. Sono convinto – ha concluso - che riempiremo la città in vari spazi e aree dedicate per mettere in esposizione ovviamente "ben tutelate" auto e moto d'epoca prestigiose. Inoltre abbiamo in serbo molte soprese, tra cui il sorvolo di aerei biplano e triplano durante lo svolgimento dell'evento».

«La Trieste/Opicina è sempre stata molto apprezzata anche all'estero – ha detto Stefano Zuban – e fino alla fine degli anni '60 riusciva a convogliare migliaia di persone che vi assistevano a bordo strada da via Fabio Severo. È nostra intenzione che diventi una "festa per tutti i triestini e non", consapevoli che si tratta di una manifestazione che muove tanto impegno ma anche tanta passione e attrattiva per Trieste, città che ha rivelato potenzialità enormi all'interno del motorismo. E che in questa speciale occasione vedrà la partecipazione di tanti campioni del mondo di mtociclismo e automobilismo».

Il presidente Terpin ha espresso soddisfazione per le notevoli dimensioni che sta assumendo l'evento che ha caraTterizzato un pezzo di storia cittadina anche con presenze e vittorie di campioni importanti come Tazio Nuvolari, e ha rivolto un ringraziamento anche ai numerosi volontari che svolgono una preziosa opera ritrovandosi assieme per un interesse comune: "per far grande la nostra Trieste".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La nuova Trieste-Opicina" evolve in un super evento con auto, moto e aerei "vintage"

TriestePrima è in caricamento