Sabato, 16 Ottobre 2021
Eventi

Pallamano: l'Alabarda Opicina espugna il campo della terza in classifica

Un finale tutto cuore e grinta permette all'Alabarda Onoranze Funebri Opicina di imporsi in volata in casa della Pallamano Camisano, vendicare l'avverso 18-19 del match di andata e piazzare il sorpasso in graduatoria

Un finale tutto cuore e grinta permette all'Alabarda Onoranze Funebri Opicina di imporsi in volata in casa della Pallamano Camisano, vendicare l'avverso (oltreché amaro) 18-19 del match di andata e piazzare il sorpasso in graduatoria proprio sui vicentini, alla vigilia terza forza del torneo cadetto. Vittoria tutto fuorché casuale quella dell'Alabarda, capace di condurre per lunghi tratti nel punteggio su un campo sino ad ora violato dalla capolista Musile. Neanche la rimonta orgogliosa nel finale dei padroni di casa è riuscita a scalfire le certezze di Marchionni e compagni, capaci di piazzare un risolutivo (quanto autoritario) break di 5 reti a 2 negli ultimi minuti di gioco.

Per quanto concerne la cronaca del match, a scattare meglio dai blocchi sono i padroni di casa di coach Menin. I gol della frizzante ala sinistra Popoiu proiettano Camisano sul 3-0 (minuto 5), ma il buon inizio del Camisano viene subito assimilato senza alcuna scoria dall'Alabarda. Capitan Marchionni e Muran imbastiscono la rimonta dell'Opicina. Al 12' i triestini impattano a quota 4; 180 secondi più tardi, grazie ad una pregevole segnatura di Varesano in fase di ripartenza, l'Alabarda passa a condurre per la prima volta nell'arco del match, costringendo il tecnico di casa a spendere il primo time-out tecnico. Il vantaggio dei giuliani non è effimero. Varesano e Muran con due reti ciascuno permettono all'Opicina di andare all'intervallo avanti per 11-8.

In apertura di ripresa l'Alabarda Opicina trova il massimo vantaggio, prima sul 13-8 con i gol di Rongione e Perini, poi sul 10-15 grazie alle segnature di Cosoli e Varesano. L'Alabarda, seppur con qualche pausa in attacco, mantiene il vantaggio, grazie anche al solito contributo di Benvenuti tra i pali. Una doppia esclusione comminata ai triestini ridà linfa ai padroni di casa. Camisano al 53' minacciosamente si porta sul 17-18, grazie al secondo gol consecutivo dai sette metri di Coccimiglio. Passano due minuti e i vicentini, dopo un inseguimento durato quaranta minuti, passano a condurre sul 19-18 con una rete di posizione di pivot di Dal Monte. L'Alabarda non subisce alcun tipo di contraccolpo e in 68" capovolge nuovamente il risultato. Muran sul ribaltamento di fronte ristabilisce subito la parità. Rete seguita in rapida successione da quelle messe a segno in contropiede da Rongione prima (controsorpasso sul 19-20), e da Varesano poi. L'Alabarda torna a fare la voce grossa anche in difesa, non subendo gol per quasi quattro minuti, propiziando il +3 siglato al 58' da Marchionni (19-22). Il Camisano imbastisce l'ultimo frettoloso tentativo, ma Dandri sigla la rete che sancisce la fine della ostilità. L'Alabarda Opicina si impone sul 23-21 e incamera il secondo successo consecutivo in campionato; il primo in trasferta nel 2015.

PALLAMANO CAMISANO - ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA 21-23 (p.t. 8-11)

PALLAMANO CAMISANO: Perazzolo, Biasio 5, Bordin, Capellari 1, Casarotto, Coccimiglio 2, Dal Monte 3, Dal Santo, Franceschetto 2, Luisotto 1, Popoiu 5, Sardella 2, Trevisan, Zuin. All. Menin

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA: Benvenuti, Camarda, Cosoli 2, Custodio, Dandri 3, De Sanctis 1, Marchionni 4, Muran 5, Perini 1, Raseni, Rongione 2, Sabadin, Sardoc, Varesano C. 5. All. Laurini

ARBITRI: Bernardelle - Bassan

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallamano: l'Alabarda Opicina espugna il campo della terza in classifica

TriestePrima è in caricamento