Martedì, 16 Luglio 2024
Salute

Il Polo Cardiologico di Cattinara compie 20 anni: tre eventi per la cultura della prevenzione

Tre eventi per promuovere la salute attraverso un corretto stile di vita. A Duino Aurisina l'incontro su un'approfondita indagine del Polo Cardiologico su 200 persone, a Trieste in piazza della Borsa in collaborazione con Associazione Italiana Donatori Organi, e a Gradisca d'Isonzo si celebreranno i 50 anni dalla fondazione della Casa Brovedani con sessioni di consulenza cardiologica

TRIESTE - Il Polo Cardiologico di Cattinara, intitolato a Fulvio Camerini e diretto dal professor Gianfranco Sinagra compie vent'anni e organizza un ciclo di eventi per celebrare la ricorrenza promuovendo la salute e la prevenzione attraverso un corretto stile di vita. Di seguito il calendario

Progetto Prevasc

Il 28 giugno alle ore 18, presso la Casa della Pietra di Duino Aurisina, ci sarà un incontro con la cittadinanza di Duino Aurisina per relazionare sulla recente indagine di comunità (PREVASC) che si è svolta dal 22 al 25 maggio. L’iniziativa, organizzata dal Polo Cardiologico, è stata supportata dal Comune di Duino Aurisina e da un gruppo di generosi volontari ed è stata clinicamente coordinata dalla Drssa Irena Tavcar e Prof Marco Merlo della SC Cardiologia di Cattinara ASUGI. Vi hanno contribuito giovani e bravissimi medici specializzandi della Scuola di Cardiologia dell’Università di Trieste. Sono stati valutati 199 soggetti, 62.8 per cento donne, tutti residenti nel comune di Duino Aurisina, con un'età media di 70 anni. Tutti sono stati sottoposti ad attenta anamnesi. Il 18.5 per cento erano affetti da obesità, oltre il 50 per cento erano in trattamento per ipertensione arteriosa e il 32 per cento assume statine. "Pochissimi hanno avuto pregresse patologie cardiovascolari di tipo ischemico - spiega il professor Sinagra - rappresentando una medicina di comunità efficace e qualificata che sa diagnosticare precocemente condizioni a rischio, prevenendone l’approdo alla malattia conclamata. Rare le alterazioni all’elettrocardiogramma o le alterazioni valvolari significative all’ecocardiogramma. Buona la percezione dichiarata della propria qualità della vita con un punteggio di 78.5/100 alla domanda su “come ti senti oggi”. Nove soggetti sono apparsi meritevoli di ulteriore approfondimento per sintomi suggestivi di malattia coronarica, scompenso cardiaco, malattie valvolari o aritmie. Un’iniziativa utile che ha coniugato scienza e servizio alle persone nel nome della prevenzione, stili di vita ed attenzione all’attività fisica costante ed alimentazione sana".

Embracing Hearts Trieste

La seconda iniziativa, intitolata "Embracing hearts Trieste", si svolgerà in Piazza della Borsa, 9, il 30 giugno dalle 17:00 alle 19:00, con il fondamentale contributo di AIDO-Associazione Italiana Donatori Organi, sezione di Trieste, alla presenza del presidente Frank Benvenuti e dell’Associazione Amici del Cuore, con il presidente Rodolfo Edera. L’evento, coordinato da Serena Rakar e Davide Nait dello staff cardiologico medico-infermieristico di Cattinara, e animato dai generosi specializzandi della Scuola di Cardiologia dell’Università di Trieste, è un evento di terza missione con lo scopo di sensibilizzare sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari, sull’educazione di comunità al riconoscimento e primo trattamento dell’attacco/arresto cardiaco e sulla necessità di sostenere e favorire la cultura della donazione. Sarà prevista una sessione di esercitazione pratica su manichino per laici alla quale tutti gli interessati potranno partecipare allenandosi alle manovre.

Da 50 anni ti abbiamo a cuore

Seguirà la due giorni “Da 50 anni ti abbiamo a cuore” a Gradisca d'Isonzo nei giorni 1 e 2 luglio 2023, presso la Casa Albergo Osiride Brovedani (1893-1970). L’iniziativa coincide con i 50 anni dalla fondazione della Casa Brovedani che accoglie persone anziane. L’evento si articola in sessioni di consulenza cardiologica (sabato e domenica) per gli ospiti e il personale della casa, con educazione alla prevenzione cardiovascolare mediante stili di di vita, attività fisica ed alimentazione sana. A tutti i soggetti verrà effettuato elettrocardiogramma ed ecocardioscopia. Nel corso delle attività, sabato mattina, è prevista una pallela sessione per laici con esercitazioni alla rianimazione cardiopolmonare che si svolgeranno nel teatro della Casa e che educheranno al riconoscimento e primo trattamento dell’arresto cardiaco in comunità. La sessione dedicata alla rianimazione cardiopolmonare di comunità oltre a educare al riconoscimento dell’arresto cardiaco consentirà di esercitarsi su manichino durante la sessione di sabato mattina. L’attività sarà coordinata da Geraldina Lardieri, direttrice della Cardiologia Ospedaliera di Gorizia e Monfalcone e da Irena Tavcar, Anna Maria Sorrentino, Alessia Paldino e Davide Nait dello staff medico-infermieristico di Cattinara ed è sostenuta da Marco Stener Presidente della fondazione e Lorena Blanch Direttrice della Casa. All’iniziativa parteciperanno attivamente gli specializzandi della Scuola di Cardiologia dell’Università di Trieste. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Polo Cardiologico di Cattinara compie 20 anni: tre eventi per la cultura della prevenzione
TriestePrima è in caricamento