Pregi e difetti dell'olio extravergine di oliva, da Parovel percorso guidato con una degustatrice

Tutte le informazioni sul sito www.parovel.com

Che l’olio extravergine di oliva sia prezioso per la nostra salute lo si sa da millenni. Al tempo dei romani veniva prodotto per la cura del corpo e oggi le sue funzioni antietà, emollienti e lenitive sono ormai risapute.

Oggi invece lo utilizziamo a 360°, dalla cosmesi all’alimentazione ma è importante che sia di qualità: un’elevata carica di polifenoli ci tiene infatti lontani dall’invecchiamento precoce e dallo sviluppo di radicali liberi.

Per gli olivicoltori della provincia di Trieste il 2016 si sta rivelando soddisfacente sia in termini di qualità che di quantità, nonostante l’attacco della mosca olearia che nella nostra regione è stato opportunatamente contenuto. Ma chi certifica la qualità dell’olio? L’ultima parola è sempre affidata al panel di degustazione della CCIAA di Trieste che certifica la DOP Tergeste, il quale ne valuta e stila le caratteristiche organolettiche anno dopo anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se l’argomento vi appassiona e vorreste capirne un po’ di più potete andare a far visita al Frantoio Oleario Parovel nelle giornate di "Olio Nuovo in Frantoio" dove non solo potete assistere alla molitura delle olive in diretta, ma anche imparare a riconoscere i pregi e difetti dell’olio extravergine di oliva in compagnia di un’esperta degustatrice. Tutte le informazioni le trovate sul sito www.parovel.com

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • Cede un ramo, volo di 20 metri in via Commerciale: gravissimo

  • I contagiati salgono a 874, decessi a quota 47: il bollettino di oggi in Fvg

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • La Regione conferma il blocco totale, Fedriga firma una seconda ordinanza

Torna su
TriestePrima è in caricamento