Lunatico Festival, 33 eventi per la sesta edizione

Fino a sabato 31 agosto vi aspetta un ricco cartellone di eventi, a fruizione gratuita, articolato nelle sezioni musica, teatro e narrazione. 33 appuntamenti ad ingresso libero nella splendida cornice del Parco culturale di San Giovanni, storico luogo di innovazione e cambiamento. Si alterneranno artisti emergenti e talenti di rilievo nazionale e internazionale, spettacoli comici, reading, teatro d'impegno civile, concerti dal vivo e incontri con l’autore, dando vita a un festival che fonde ironia e satira, propone occasioni di svago e opportunità di riflessione, concerti e momenti di sperimentazione culturale. Anche quest’anno filo conduttore è favorire la convivialità e la socialità delle persone, sostenendo l’inclusione sociale e processi partecipativi culturali.

Una direzione artistica collettiva: il percorso live di musica e teatro è curato da Alessandro Mizzi e Laura Bussani del Pupkin Kabarett, mentre quello delle narrazioni da Alessandro Metz, operatore sociale, Andrea Olivieri, ricercatore e lavoratore culturale freelance, e Walter Chiereghin, direttore della rivista web Il Ponte Rosso.

Lunatico Festival giunge alla sesta edizione: sei anni dove il successo del festival è cresciuto appuntamento dopo appuntamento, confermando la centralità della sua programmazione nella estate triestina.

“Sono già due o tre anni che non fa nemmeno in tempo a finire l'inverno che già molte persone che incontro iniziano a chiedermi: Ma quando comincia il Lunatico? Lo fate anche quest’anno? Certo rispondo io, nonostante le incertezze sempre presenti in ambito culturale.” spiega Alessandro Mizzi “Ci fa molto piacere che le persone ci riconoscano uno sforzo, non era scontato, qualcuno (una cooperativa) è stato lungimirante ed ha investito risorse umane ed economiche e gli artisti che arrivano, quando se ne vanno, se ne vanno soddisfatti, sicuramente più per l'accoglienza che per il minimo cachet. Teatro, Musica e Narrazioni, tre filoni che si alimentano l'uno con l'altro e che non si sovrappongono mai, essendo programmati in giornate diverse. Lunatico Festival giunge quest’anno alla sesta edizione e in questo poco tempo penso sia riuscito a guadagnarsi la fiducia di un pubblico, non solo sempre più numeroso, ma anche esigente, attento al cartellone, alla proposta, rispettoso e assolutamente in sintonia con il luogo in cui il Festival si svolge.”


Quest’anno si celebra in tutta Italia il 500mo anniversario della morte di Leonardo, “homo sanza lettere” e indiscusso genio del nostro Paese. Lunatico Festival sceglie di celebrare il Maestro attraverso un ricco cartellone di appuntamenti, il cui filo conduttore è l’interdisciplinarietà. Protagonista il mondo di oggi, ma anche le storie di ieri che si intrecciano con la nostra quotidianità, un crosscutting tra le arti, il tempo e l’ingegno.

Nel cartellone nomi di rilievo e occasioni imperdibili, da Massimiliano Loizzi a Antonio Cornacchione, da King Jammy a Cacao Mental, da Michela Murgia ad Annalisa Camilli. Nomi imperdibili per un cartellone che si colloca ad essere uno dei migliori eventi della regione.

Forte il legame con la comunità e l’impegno sociale e solidale. Anche quest’anno uno degli appuntamenti del Lunatico Festival riguarda la Giornata mondiale del rifugiato, inoltre il festival dedica appuntamenti a Mediterranea Saving Humans e Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin.

Ma non solo! Per la prima volta il Festival si apre ai più giovani con una nuova sezione: Lunatico Young.

“Lunatico Festival giunge alla sesta edizione con un cartellone che si rinnova e arricchisce con una sezione dedicata ai più giovani, frutto della collaborazione tra la cooperativa, la Fondazione Pittini e il progetto nazionale E se diventi farfalla.” sottolinea Fabio Inzerillo, presidente della cooperativa sociale La Collina “Laboratori, installazioni artistiche e incontri, momenti di confronto e dialogo tra generazioni, nati dalla consapevolezza che le attività culturali sono irrinunciabile leva di sviluppo ed elemento di coesione, motore di riflessione e inclusione sociale per costruire il futuro" .

Anche in questa edizione Lunatico Festival andrà in tour nella nostra regione con appuntamenti a Udine, Gorizia, Cervignano del Friuli, Muggia e Tolmezzo, attraversando anche i confini nazionali con una data a Pirano (Slovenia).

Il Lunatico Festival è un progetto della cooperativa sociale La Collina, realizzato con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, in partnership con Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste, Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine, Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 3 Alto Friuli – Collinare – Medio Friuli, Bonawentura/Teatro Miela, C.O.S.M., GECT, Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin, Fondazione Pittini, Associazione Examina, Legacoopsociali Friuli Venezia Giulia; in collaborazione con Coop Alleanza 3.0, ICS, eTielleZeta, Trieste Swing, Mediterranea Saving Humans, con il patrocinio dell'Università degli Studi di Trieste, Comune di Cervignano del Friuli e Comune di Muggia.

Il Lunatico è realizzato con il supporto di Cooperativa Reset e Mutua sanitaria Cesare Pozzo (main sponsor); LegacoopFVG, Consorzio @Nord, Engel, Sodomaco, Hausbrandt Trieste 1892, Cooperativa Agricola Monte San Pantaleone, Duemilauno Agenzia Sociale., Assicoop.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Al via la mostra di Escher: 200 opere al Salone degli Incanti

    • dal 18 dicembre 2019 al 7 giugno 2020
    • Salone degli Incanti
  • Muja Buskers Festival: gli artisti di strada nel segno di Leonardo (VIDEO)

    • dal 23 agosto 2019 al 25 agosto 2020
  • “Abbi cura di me Tour”, Cristicchi torna sul palco del Rossetti

    • dal 13 al 18 dicembre 2019
    • Politeama Rossetti
  • Il coro più famoso al mondo torna a Trieste, al Rossetti due date dell'Harlem Gospel Choir

    • dal 21 al 22 dicembre 2019
    • Politeama Rossetti
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TriestePrima è in caricamento