Ritornano i fiori di "Horti tergestini": l'anteprima è virtuale

Ritorna sabato 18 e domenica 19 aprile la rassegna di fiori, piante e tutto ciò che è naturale che da ormai 15 anni ha messo radici nel Parco di San Giovanni: aspettando che torni il tempo dell’incontro, l’appuntamento è su www.montepanta.it dove oltre 30 espositori già attrezzati per le vendite online presenteranno i loro prodotti

Foto: Aiello

Ritorna puntuale anche nel 2020, sabato 18 e domenica 19 aprile, Horti Tergestini la rassegna di fiori e piante che ormai da 15 anni si tiene nel Parco di San Giovanni a Trieste, un appuntamento atteso da tutta la regione e non solo: oltre diecimila le presenze registrate nelle ultime edizioni. Infatti, grazie alla tenacia imprenditoriale e alla determinazione della cooperativa sociale “Agricola Monte San Pantaleone”, che in questi anni ha promosso numerose iniziative per valorizzare l’ex Ospedale Psichiatrico (da “In Primavera” a “Rose Libri Musica e Vino”), e all’apporto di competenza e passione dell’Associazione orticola del Friuli Venezia Giulia “Tra Fiori e Piante”, la mostra triestina si è conquistata un pubblico sempre più vasto, che non vede l’ora di invadere pacificamente il Parco di San Giovanni per immergersi in piante di ogni tipo, rose in testa (e nel posto che ne ospita seimila non potrebbe essere diversamente!), ma anche in laboratori, pubblicazioni, incontri, oggetti artigianali, risultato di un felice incontro tra natura e cultura e di una magistrale selezione curata da Lili Soldatich, che anche quest’anno era riuscita a ingaggiare un centinaio di espositori provenienti da tutt’Italia e non solo, pronti a dispensare profumi e sapori.

Non potendo al momento gli espositori venire a Trieste né i visitatori recarsi a San Giovanni, gli organizzatori — convinti, per dirla con Hal Borland, che nessuna primavera salta mai il suo turno — hanno voluto offrire un’anteprima dell’edizione che auspicabilmente si svolgerà in autunno, dando appuntamento a vivaisti e appassionati sul sito (www.montepanta.it) o sul canale YouTube della cooperativa, dove 32 aziende si presentano e presentano i loro prodotti, pronte a spedirli in tutta Italia a chi volesse e potesse regalarsi un po’ di bellezza. E di bellezza, la bellezza che cura le ferite, parla Franco Rotelli, l’ospite d’onore di questo aperitivo virtuale, colui dal quale e grazie al quale questa storia è cominciata.

In attesa che torni il tempo dell’incontro e che si possa ritrovarsi tra le rose di San Giovanni l’appuntamento, sostenuto anche dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Trieste, è a portata di click e consentirà a chiunque in qualunque momento di mettere le mani nel bello grazie alla scommessa di una coraggiosa cooperativa e alla risposta entusiasta di tanti imprenditori, che coprono tutte le regioni d’Italia fino alla capitale e si spingono oltre il confine con la Slovenia e che hanno messo per un attimo da parte gli arnesi da giardinaggio per accendere una telecamera e condividerla con gli amanti del police verde: non resta altro che collegarsi!

paginaHorti2020-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Covid, Fedriga: "Rt in calo, possibile ritorno in zona gialla dalla prossima settimana"

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

  • Prima neve sul Carso: disagi e mezzi spargisale in azione, a Trieste chiusi i giardini

Torna su
TriestePrima è in caricamento