menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Show per i 35 anni della scuola di ballo Arianna

Due ore di puro divertimento con coreografie ballate su vari generi musicali tra cui il charleston e lo swing, la milonga, la salsa, l'hip hop ma anche la disco music e il tip - tap e la danza moderna

35 anni di vita e... metterli in scena! La scuola di ballo Arianna ha celebrato il 35° anniversario proponendo uno spettacolo colorito e divertente, andato in scena al Teatro dei Salesiani da venerdì 22 a domenica 24 settembre aprendo cosi il nuovo cartellone de "La Barcaccia".

Due ore di puro divertimento con coreografie ballate su vari generi musicali tra cui il charleston e lo swing, la milonga, la salsa, l'hip hop ma anche la disco music e il tip - tap e la danza moderna, alcuni brani cantati e suonati dal vivo, gag e scene recitate dagli stessi allievi ballerini e cantanti, raccontando una storia di vicende umane che ruota attorno ai sentimenti di tre donne, nonna madre e figlia, legate ad un luogo reale - il "Retrobar" appunto -, ritrovo di artisti, ballerini, vari e curiosi "personaggi" che è anche luogo ideale, o meglio un "non luogo" dell'anima, dei ricordi e dei sogni che può essere soltanto immaginato o evocato.

Di grande impatto e molto particolare il coro di voci e "body percussions" sulle note della mitica "Somebody to Love" dei Queen ed una colonna sonora davvero coinvolgente che spazia da Nina Simone a James Brown, da Bryan Ferry ai Frankie goes to Hollywood, da Madonna a Michael Jackson, dagli Hot Sugar Band a Gordon Webster con un suggestivo quadro dedicato a George Michael e un gran finale sulla musica di American Graffiti e della grande Tina Turner .

Oltre ogni aspettativa il successo sottolineato dagli applausi, le risate e i commenti del pubblico in sala e di qualità il livello di ogni performance, frutto dell'impegno di una quarantina di allievi giovani e meno giovani e grazie anche alla partecipazione di gruppi "friends", vale a dire le ballerine di danza contemporanea "Power of Love", le "Officine Artistiche" con la danza afro e Michela Bianco con il Tip Tap.

Lo spettacolo, nato circa un anno fa da un'idea di Arianna Starace ha preso vita grazie ai testi e alla sapiente regia dell'attore Gualtiero Giorgini il quale, non nuovo a questo genere di lavoro, coadiuvato da Sara Saxida ha saputo valorizzare ogni interprete anche se alla prima esperienza teatrale con la sua guida meticolosa e paziente. Colorate e gioiose le coreografie create da Arianna Starace e Franco Giombetti.

Coloratissimi anche i costumi e il trucco curati da Giulia Zuccheri e Margherita Lanteri, valorizzati dal gioco di luci di Diego Fantoma per un pubblico entusiasta che nella fase finale dei ringraziamenti veniva coinvolto a ballare da tutti i protagonisti scesi in platea sulle note della azzeccatissima "Proud Mary" nella versione live di Tina Turner a conclusione di uno show che resterà nella memoria di tutti, protagonisti e spettatori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento