Venerdì, 25 Giugno 2021
Eventi

Il Teatro Verdi riapre le porte agli spettatori: al via la nuova stagione con Traviata, Tosca e Rigoletto (FOTO)

La produzione sarà suddivisa in tre parti: una estiva e imminente, da giugno ai primi di agosto, una autunnale che si concluderà a dicembre, per poi iniziare in gennaio con la vera e propria stagione lirica e di balletto per gli abbonati

Una conferenza stampa - concerto e una palpabile emozione hanno accolto al Teatro Verdi i primi spettatori dopo le chiusure forzate di questi mesi, per illustrare alla città la nuova stagione. Un momento simbolico di rinascita per un settore che, più di altri, ha sofferto la pandemia e che ha trovato il modo di continuare la sua attività anche in digitale durante l’ultima parte del 2020 e nella prima metà del 2021. Tra i titoli che da sempre incantano l’affezionato pubblico ritroveremo la Traviata, Tosca, Rigoletto e Don Pasquale, ma non mancheranno le novità come “Amorosa presenza”, la prima opera del maestro Nicola Piovani, e il dittico inedito “Al Mulino/Pagliacci”. Tornerà inoltre l’operetta con “La vedova allegra” di Franz Léhar, il balletto con “Il lago dei cigni” di Tschaikowski e un travolgente spettacolo di tango.

La produzione sarà suddivisa in tre parti: una estiva e imminente, da giugno ai primi di agosto, una autunnale che si concluderà a dicembre, per poi iniziare in gennaio con la vera e propria stagione lirica e di balletto per gli abbonati, mentre per le prime due sarà previsto lo sbigliettamento a ogni singolo spettacolo, vista l’impossibilità di prevedere la capienza in base alle future norme sanitarie.

La prima fase della stagione si aprirà il 12 giugno con lo “Stabat Mater” di Rossini in memoria delle vittime del Covid, e si concluderà l’otto agosto con il concerto “Viva Il Verdi”. L’autunno musicale avrà invece inizio il tre dicembre con “Il Barbiere di Siviglia” per concludersi con i concerti di Natale e Capodanno. Darà il via alla stagione lirica e di balletto “Amorosa Presenza” (opera inedita sulla storia di due ragazzi innamorati negli anni 70) il 21 gennaio, mentre “il Mulino/Pagliacci” chiuderà il tutto con l'ultima replica il 18 giugno del 2022.

Sono intervenuti alla conferenza stampa il sindaco e presidente della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi Roberto Dipiazza, l’assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli in un videomessaggio, il Sovrintendente Stefano Pace, il Direttore Generale Antonio Tasca, il Direttore Artistico Paolo Rodda e il Maestro Nicola Piovani. Sul palco la musica di Coro e Orchestra della Fondazione, diretti da Yuri Yamasaki.

“Una presentazione all’insegna della speranza, siamo pronti ad accogliere un pubblico che ci manca terribilimente e a cui manchiamo, come testimoniano i numerosi messaggi che continuiamo a ricevere” ha dichiarato il sovrintendente Stefano Pace, che ha anche ringraziato l’emittente Telequattro “per aver trasmesso i nostri spettacoli e averci dato modo di continuare a lavorare durante la chiusura, visto che di fatto non ci siamo mai fermati. Ricominceremo con l’emozione di una prima volta, e mi auguro si possa iniziare ogni futuro spettacolo con questo spirito”. 

Il direttore generale Antonio Tasca ha ringraziato il Comune e il Sindaco per il determinante sostegno durante i mesi 'a porte chiuse', e ha dichiarato che “In un momento come quello che stiamo vivendo, presentare un’attività così lunga è per noi motivo di grande orgoglio. E ci vuole grande coraggio”, anticipando poi che “La biglietteria riaprirà il 31 maggio, per chi vuole acquistare i biglietti per seguire gli spettacoli e per chi deve recuperare i titoli persi nella prima o nella seconda ondata di chiusure, attraverso i voucher. Ma già dal 24 maggio saranno attivi i canali, per richiedere informazioni”.

“In questo particolare frangente storico – ha infine detto il direttore artistico Rodda dopo aver illustrato l'inera stagione -, ci vuole coraggio a pianificare a un periodo così lungo. Ma vogliamo farlo per riprendere quello slancio, quella spinta, che prima della pandemia ci aveva contraddistinti: un teatro proiettato verso il futuro, ora più che mai”.

Il programma completo è online sul sito del Teatro Verdi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Teatro Verdi riapre le porte agli spettatori: al via la nuova stagione con Traviata, Tosca e Rigoletto (FOTO)

TriestePrima è in caricamento