Cankarjev Dom: il 20 e 21 marzo «I rinoceronti» di Eugene Ionesco, regia del grande Robert Wilson

DOM 20 e LUN 21 marzo 2016 alle 19.00

Eugene Ionesco / Robert Wilson

RINOCERONTI

Teatro Nazionale Marin Sorescu di Craiova

Regia, scenografia e luci: Robert Wilson

Costumi: Jacques Reynaud; co-regia: Charles Chemin; co-scenografia: Adrian Damian; light design: John Torres; video: Tomek Jeziorski; musica: Adam Lenz; sound design: Daniel Drăgoescu; dramaturg: Konrad Kuhn; con: Ilie Gheorghe, Valentin Mihali, Iulia Bleon?, Claudiu Bleon?, Valer Dellakeza, Tamara Popescu, Angel Rababoc, Nicolae Poghirc, Raluca Păun, Monica Ardeleanu, Albert Costa, Cosmin Rădescu, Constantin Cicort, Mirela Cioabă, Drago? Măce?anu, Iulia Colan, Ion Colan

Durata: 80 minuti

Il Teatro Nazionale Marin Sorescu di Craiova, per il quale ha lavorato negli anni 80 del secolo scorso anche il celebre regista Silviu Purcarete portandolo in giro per il mondo (con l'ottimo spettacolo Tito Andronico fece tappa anche a Lubiana), ha invitato a collaborare l'americano Robert Wilson proponendogli la regia de «I rinoceronti» di Eugene Ionesco, scrittore francese di origini romene.

Questo pezzo teatrale enigmatico che spazia tra surrealismo, realismo magico e assurdo si e rivelato un catalizzatore eccellente per l'immaginazione e la verve creativa di Wilson. Con un ensemble composto da trenta attori ha creato una pazzia teatrale nella quale l'immaginazione supera gli ostacoli della realta e della concezione classica del mondo. Le persone si trasformano gradualmente in rinoceronti, il reale lascia il posto all'irreale, la magia teatrale sconfigge anche la piu malinconica tra le visioni del mondo affacciandosi dall’altra parte, in altre dimensioni. Cio che Ionesco ha cercato di fare con la lingua, Wilson lo fa con le immagini.

Nello spettacolo «I rinoceronti» recitano eccellenti attori rumeni di tutte le generazioni.

I loro corpi sontuosi e i visi espressivi attingono dalla ricca tradizione dell'avanguardia teatrale europea e dai film muti, da Gordon Craig e Max Reinhardt a Charlie Chaplin passando per il Cabaret Voltaire. La spettacolo, creato in occasione del ventesimo anniversario della morte di Ionesco, e un ottimo esempio di storia dell'avanguardia teatrale del XX secolo.

Su Robert Wilson https://www.robertwilson.com/

«Robert Wilson e una personaggio dominante nell'ambiente del teatro sperimentale e un ricercatore chiave dell'uso del tempo e dello spazio sul palcoscenico.» New York Times

Robert Wilson, uno degli artisti teatrali e visuali contemporanei piu prominenti, nasce nella cittadina texana di Waco.

Nei suoi progetti teatrali unisce in modo non convenzionale un'ampia gamma di mezzi artistici come il ballo, il movimento, la scultura, la musica e il testo. Le sue immagini sono esteticamente penetranti e cariche di emozioni, le sue produzioni vengono lodate da critici e spettatori di tutto il mondo.

Ha studiato all'Universita del Texas e in quella di New York, dal 1963 ha frequentato il Pratt Institute di Brooklyn. Poco dopo ha fondato a New York la comunita artistica Byrd Hoffman School of Byrds, con i membri della quale ha creato le sue prime opere caratteristiche, come Deafman Glance (1970) e A Letter for Queen Victoria (1974–75).

In collaborazione con Philip Glass ha firmato l'opera monumentale Einstein on the Beach (1976). Tra le sue collaborazioni artistiche figurano nomi di autori e musicisti come Heiner Müller, Tom Waits, Susan Sontag, Laurie Anderson, William Burroughs, Lou Reed e Jessye Norman. Ha lasciato un'impronta riconoscibile su svariate opere, come L'ultimo nastro di Krapp di Beckett, Madama Butterfly di Puccini, l'opera di Debussy Pelleas e Melisanda, L'opera da tre soldi di Brecht/Weill, il Faust di Goethe, le Favole di La Fontaine e l'Odissea di Omero.

Espone i propri disegni, quadri e sculture in tutto il mondo in diverse mostre individuali e collettive, tante sue opere fanno parte di collezioni private o di musei di tutto il mondo.

Per i suoi successi artistici Wilson ha ricevuto svariati premi, tra i quali vanno menzionati soprattutto la nomination per il Premio Pulitzer, due Premi Ubu, il Leone d'oro alla Biennale di Venezia, nonche il Premio Olivier. E membro dell'Accademia Americana delle Arti e delle Lettere e dell'Accademia Tedesca delle Arti.

Il governo francese l'ha nominato Commendatore dell'Ordine delle arti e delle lettere (2003) e Ufficiale della Legion d'onore (2014), nello stesso anno il governo tedesco l’ha insignito della Croce dell’Ordine al merito di Germania.

Wilson e fondatore e direttore artistico del Watermill Center, laboratorio artistico situato a Water Mill, New York.

LA CRITICA

«La nuova rappresentazione di Robert Wilson nel Teatro Nazionale di Craiova e un trionfo. [...] Wilson e pittore, architetto e artista visivo del palcoscenico. Ha un orecchio raffinato per la musica che risuonera nelle orecchie anche dopo che gli altoparlanti si saranno spenti. La produzione eccelle grazie ai numerosi momenti audiovisivi indimenticabili ma l'elemento piu coinvolgente e la caratterizzazione dell'ensemble degli attori di Craiova. Ognuno di essi ha messo in scena una vignette personale umoristica, precisa e con un senso particolare per il ritmo interno che richiama l'effetto della danza dal vivo.» (John Elsom, “SpectActor”, n. 1/2014)

Prezzi dei biglietti: 17, 20, 26, 30, 15* € (* fino al 25° e dal 65° anno di eta e per i pensionati)

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Passeggiata gratuita alla scoperta dei grandi imprenditori nella storia di Trieste

    • dal 20 agosto 2020 al 2 settembre 2021
    • Campo San Giacomo
  • "Ero uno zombie ma sono guarita", la battaglia di Anna contro l'anoressia diventa una mostra

    • Gratis
    • dal 1 marzo al 30 aprile 2021
    • Leali delle Notizie
  • Il Verdi punta sui “Giovani talenti”: sei concerti con i professionisti del domani

    • dal 30 gennaio al 18 aprile 2021
    • Telequattro
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TriestePrima è in caricamento