Mercoledì, 17 Luglio 2024
Il festival

Science+Fiction Festival, al via i sei giorni dedicati alla fantascienza

Dal 27 ottobre al 1 novembre presso il Politeama Rossetti, il Teatro Miela e il DoubleTree by Hilton. In programma oltre 50 anteprime cinematografiche mondiali, internazionali e nazionali

TRIESTE - Si accendono i riflettori sul Trieste Science+Fiction Festival, la più importante manifestazione italiana dedicata alla fantascienza e a tutte le declinazioni del fantastico, in programma dal 27 ottobre al 1 novembre presso il Politeama Rossetti, il Teatro Miela e il DoubleTree by Hilton Trieste. Organizzato dal centro ricerche e sperimentazioni cinematografiche e audiovisive La Cappella Underground, la manifestazione porta sul grande schermo le migliori produzioni di genere fantastico, con oltre 50 anteprime cinematografiche mondiali, internazionali e nazionali e tre concorsi alla presenza di registi, attori e autori da tutto il mondo. Quest'anno, inoltre, il festival celebra il 60esimo anniversario del Festival Internazionale del film di Fantascienza, tenutosi a Trieste dal 1963 al 1982, rendendo omaggio a questo importante erede del cinema di genere.

La cerimonia di apertura, prevista per il 27 ottobre al Politeama Rossetti, prevede una serie di proiezioni speciali, tra cui "Jurassic Park" di Spielberg e "Ufo Sweden" del collettivo svedese Crazy Pictures. La serata culminerà con "Simulant" di April Mullen, un film che esplora il confine tra uomini e macchine in un futuro distopico. Nel corso della serata di inaugurazione verrà inoltre assegnato a Tim Webber il Premio Asteroide d’oro per il suo straordinario contributo al genere fantascientifico. Vincitore del Premio Oscar© per il film “Gravity” e autore degli effetti visivi di numerosi film, tra cui Harry Potter e il calice di fuoco, I figli degli uomini, Il cavaliere oscuro e Avatar, Webber presenterà il suo corto "Flite" sabato 28 ottobre alle ore 14:30 al Teatro Miela nell’ambito di European Fantastic Shorts, la selezione di cortometraggi europei in concorso per il Premio Méliès d’argent. Il cortometraggio è ambientato in una Londra semisommersa del 2053, in cui la campionessa del mondo di hoverboard tenta una pericolosa fuga dal lussuosissimo appartamento in cui è tenuta prigioniera dal suo manager. 

Al via anche gli IVIPRO DAYS, l'appuntamento annuale italiano dedicato al videogioco come risorsa per raccontare il territorio e il patrimonio culturale promosso dall'Associazione IVIPRO e dal Trieste Science+Fiction Festival, che per il secondo anno consecutivo torna a Trieste. Nelle giornate del 27 e 28 ottobre si susseguiranno lecture e tavole rotonde, con l’obiettivo di sensibilizzare, divulgare e condividere esperienze e best practice. La serata di venerdì 27 ottobre continua alle ore 23:00 al Miela con una proiezione speciale di “Dr. Jekyll and Mr. Hyde”, il classico del 1920 diretto da John Stuart Robertson, che verrà sonorizzato dal vivo dal collettivo musicale Effetto Brama. Per esprimere in musica il grande tema del dualismo tra ragione e pulsione, principio di realtà e principio di piacere che contraddistingue l’opera ispirata al celebre racconto di Robert L. Stevenson, i musicisti Di Benedetto e Minguzzi sperimentano in Duo con le timbriche e gli ambienti sonori offerti dalle loro singolari strumentazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Science+Fiction Festival, al via i sei giorni dedicati alla fantascienza
TriestePrima è in caricamento