Crescita sostenibile, a Trieste arriva Horizons

Horizons fa parte di un ciclo di incontri che ha già visto e vedrà coinvolte città come Helsinki, Rotterdam, Amburgo e Oslo, che uniscono competenze e tecnologie per migliorare la sostenibilità industriale partendo dallo sviluppo portuale e marittimo

Preparare Trieste a una crescita sostenibile. E’ questo il tema specifico di “Horizons”, giornata di approfondimento tecnico, economico e scientifico che Wärtsilä, assieme all’Associazione Industriali e al Comune di Trieste, dedica alla città il prossimo 9 maggio al Ridotto del Teatro Verdi.

Un convegno al mattino, nel quale si tracceranno, in maniera parallela, le dinamiche di sviluppo del Porto industriale, del Porto Vecchio e delle istituzioni scientifiche cittadine, tavoli tecnici al pomeriggio: a “Horizons” parteciperanno Wärtsilä e Fincantieri, dall’Autorità Portuale a Italia Marittima, dal Comune di Trieste al Sincrotrone Elettra, fino all’Università e alla Barcolana, per giungere a Nidec, MSC, ad Acegas, e a interessanti newco e start up con progetti innovativi. Il filo rosso che unisce realtà così eterogenee è l’attenzione allo sviluppo sostenibile, e la volontà di dialogare per disegnare la Trieste del futuro, pronta a recepire investimenti internazionali, da orientare verso progetti innovativi di porto e industria sostenibili.

Wärtsilä ha inserito Trieste tra le città di riferimento per il progetto internazionale An Oceanic Awakening SEA20, volto a creare una cultura scientifica e tecnica condivisa che faccia della sostenibilità il punto cardine. Horizons fa parte di un ciclo di incontri che ha già visto e vedrà coinvolte città come Helsinki, Rotterdam, Amburgo e Oslo, che uniscono competenze e tecnologie per migliorare la sostenibilità industriale partendo dallo sviluppo portuale e marittimo. In questa chiave, secondo Wärtsilä, Trieste può essere strategica visto l’interesse internazionale nei confronti, contemporeaneamente, della crescita del porto e del riuso del Porto Vecchio. Il convegno si aprirà alle 9.00 al Ridotto del Verdi, con il saluto del neo presidente di Wärtsilä Italia: accanto ad Andrea Bochicchio siederanno il sindaco Roberto Dipiazza, il presidente dell’Autorità Portuale Zeno d’Agostino e il presidente di Confindustria VG Sergio Razeto.

Moderato dalla giornalista de Il Sole 24 Ore Barbara Ganz, il convegno del mattino vedrà due panel. Il primo coinvolgerà la scienziata Lisa Vaccari, Senior Scientist di Elettra Sincrotone, che illustrerà le recenti applicazioni della luce di sincrotrone in ottica di sviluppo sostenibile; di Porto Vecchio parlerà invece Giulio Bernetti (Area Director, Comune Trieste), mentre Paolo Jerkic illustrerà la case history di progettazione ed esecuzione del nuovo depuratore di Trieste curata da Acegas, e il suo ruolo nel saldo ambientale marino. Vittorio Torbianelli entrerà nel dettaglio dello sviluppo del Porto di Trieste, il rettore Fermeglia condurrà una panoramica sul tema dello sviluppo delle sfide energetiche.

Toccherà al vice presidente strategy & business development di Wärtsilä MS, Andrea Morgante, illustrare la visione della multinazionale Finlandese sulla trasformazione dello shipping in un ecosistema connesso, digitalizzato e sostenibile. A seguire, sul palco salirà Mitja Gialuz, presidente della Barcolana, che illustrerà il ruolo avuto dalla Barcolana 50 nella sensibilizzazione della popolazione sui temi della salvaguardia dei mari.

Prima del secondo panel, Wärtsilä e Associazioni industriali hanno deciso di coinvolgere nell’evento due piccole aziende del FVG impegnate in progetti sostenibili. L’obiettivo è dare loro visibilità, e mostrare come il nostro tessuto regionale sia capace di generare start up innovative in campo sostenibile. Si tratta di AEP Polymers, rappresentata dal direttore Elena Benedetti, e GEES Recycling, che si occupa del riciclo delle vetroresine, che verrà illustrato dal CEO Franco Mioni.

Il secondo panel vedrà temi più prettamente legati allo sviluppo dei settori marittimo e portuale in città: coinvolti Stefano Beduschi, vicepresidente di Italia Marittina, Massimo Debenedetti, vicepresidente di Fincantieri, Enzo Bertoldi di Nidec, Michele Francioni di MSC Cruises e Giulio Tirelli di Wärtsilä: assieme discuteranno di “mare e sostenibilità industriale”.

Nel corso del pomeriggio, l’evento si sposterà in Wärtsilä, dove si svolgeranno dei tavoli tecnici dedicati agli esperti dei diversi settori.

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Canizie precoce, cause e rimedi per prevenire la comparsa dei capelli bianchi

I più letti della settimana

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Zalone girerà a Trieste: si cercano 1000 comparse "di tutte le etnie"

  • Cancro al polmone e malattie respiratorie, Trieste tra le città italiane più colpite

  • Esercito in centro, Famulari: "Non sono la miglior accoglienza per una città turistica"

  • Maxi frode in tutta Europa con sequestri per 80 milioni di euro e 25 arresti, in carcere doganiere triestino

  • Risse e chiasso: licenze sospese a due bar

Torna su
TriestePrima è in caricamento