Tutto esaurito per "6bullo6zero" con Maxino, Flavio Furian e Angelo Pintus

Tutto esaurito per "6bullo6zero", l'iniziativa per sensibilizzare i giovani contro il bullismo che vedrà come ospiti al Politeama Rossetti Maxino e Flavio Furian con la partecipazione di Angelo Pintus. L'evento, a cura del dipartimento di Polizia Locale del Comune, avrà luogo nella mattinata del 17 aprile alle 10:30 ed è già sold-out con 1400 adesioni. Invitati gli studenti dalle scuole secondarie di primo e secondo grado di Trieste.

Umorismo e sensibilizzazione

"La prima parte dello spettacolo - ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Polizia Locale Paolo Polidori - sarà dedicata alla proposta umoristica “Scie comiche” di Furian e Maxino e “Destinati all’estinzione” di Angelo Pintus. La seconda parte, più drammatica, sarà incentrata sugli effetti che bullismo e cyberbullismo possono avere sulle vite dei ragazzi. L'intento è quello di catturare l'attenzione dei giovani attraverso l'umorismo e indurli a riflettere su comportamenti che possono avere conseguenze anche gravi sulla vita degli altri".

All'incontro sono intervenuti anche Flavio Furian e Massimiliano "Maxino" Cernecca, Christian Tosolin, Social Media Manager del Comune, Donatella Rocco, responsabile di P.O. “Giovani” del Servizio Educazione e Scuola, e Paolo Jerman, vicecomandante della Polizia Locale.

L'"innocenza" di Uolter

Cernecca e Furian, che si esibiranno a titolo volontario, hanno portato il punto di vista dei loro personaggi. "A prima vista Uolter potrebbe sembrare il classico bullo da osteria - ha dichiarato Cernecca - ma non è così. Quando abbiamo visto l'inaspettato successo che ha riscosso tra i bambini e i giovanissimi ci siamo accorti di avere una certa responsabilità, e che potevamo veicolare un messaggio positivo senza snaturare il personaggio. Nell'ultima puntata di "Macete", infatti, si vede Uolter bambino con la stessa innocenza della sua versione adulta".

Tutti possono cambiare

"Non dimentichiamo che tutti possono cambiare - ha precisato Furian, che impersona la nota 'boba de Borgo' -, anche chi è stato un bullo fino a ieri. Siamo entrambi padri e vediamo che i nostri figli stanno per affacciarsi a un mondo non privo di insidie e completamente diverso da quello a cui eravamo abituati. Al giorno d'oggi la violenza sui social è un fenomeno importante e amplificato dall'invenzione del 'like', poiché ogni pollice che appare sotto un commento violento porta uguale violenza e responsabilità".

Jerman ha invece dichiarato che "Nonostante lo scetticismo iniziale ora siamo molto soddisfatti di un'inizativa partita tre anni fa con pochissime risorse, che ora è diventata un vero volano. Grande l'adesione delle scuole la sinergia tra noi e l'amministrazione comunale".

All'evento parteciperanno Luca Penna, Sovrintendente Capo della Polizia Postale, Barbara Fazi dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata, il gruppo Dipartimento Politiche Sociali del Comune di Trieste e il PAG (Progetto Area Giovani).  

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Passeggiata gratuita alla scoperta dei grandi imprenditori nella storia di Trieste

    • dal 20 agosto 2020 al 2 settembre 2021
    • Campo San Giacomo
  • Ciaspolade, degustazioni e tour: torna lo SkiBus Fvg per Sappada

    • dal 14 febbraio al 24 marzo 2021
  • "Ero uno zombie ma sono guarita", la battaglia di Anna contro l'anoressia diventa una mostra

    • Gratis
    • dal 1 marzo al 30 aprile 2021
    • Leali delle Notizie
  • Il Verdi punta sui “Giovani talenti”: sei concerti con i professionisti del domani

    • dal 30 gennaio al 18 aprile 2021
    • Telequattro
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TriestePrima è in caricamento