"Visitiamo il Municipio": porte aperte a cittadini e turisti per l'edizione natalizia

​In occasione del Natale 2018, si intende riproporre un'edizione che prevede una visita guidata ad ambienti di particolare interesse, in alcuni casi preclusi al grande pubblico nel Palazzo Municipale: la Sala del Consiglio, la Galleria dei Sindaci e il Salotto Azzurro, con la collaborazione dei volontari del FAI Giovani Friuli Venezia Giulia.

Torna sabato 15 dicembre una speciale “edizione natalizia” di “Visitiamo il Municipio”.  ​L'iniziativa – che è stata presentata stamane in Municipio dall'assessore comunale alla Comunicazione Serena Tonel con il direttore di Area Lorenzo Bandelli e il direttore di Servizio Francesca Dambrosi, la Posizione Organizzativa Barbara Borsi e da Maurizio Lorber, 'guida' culturale della speciale edizione – è promossa dall'Amministrazione comunale per favorire e  incentivare i momenti di incontro con i cittadini e la loro partecipazione all'attività pubblica, secondo le linee di mandato del Sindaco. Partita negli anni '90, ha riscosso sempre più successo registrando nelle ultime edizioni il tutto esaurito, rendendo così necessaria una frequente riproposizione per venire incontro alle numerose richieste di visita. Un aspetto del rafforzarsi e consolidarsi della relazione tra Comune e Comunità di riferimento. 

​In occasione del Natale 2018, si intende riproporre un'edizione che prevede una visita guidata ad ambienti di particolare interesse, in alcuni casi preclusi al grande pubblico nel Palazzo Municipale: la Sala del Consiglio, la Galleria dei Sindaci e il Salotto Azzurro, con la collaborazione dei volontari del FAI Giovani Friuli  Venezia Giulia.

​A completamento del plus natalizio si aggiunge l'esposizione al pubblico di una selezione di alcune testimonianze fotografiche storiche del Natale Triestino, a cura della Fototeca dei Civici Musei di Storia e Arte del Comune di Trieste.

Valezer dei Guinness e accesso alla Sala Consiliare

​“Questa iniziativa viene riproposta anche in occasioni speciali come la ricorrenza del Natale. E il valore aggiunto di questa edizione 'natalizia' consiste nella possibilità per i partecipanti  di ammirare (e fotografare) dalle finestre della Sala del Consiglio, uno scenario unico nel suo genere: la Piazza addobbata a festa  con gli abeti, le luci, il Presepe e il mare antistante – ha sottolineato Tonel -. Vi è inoltre l'opportunità, per i visitatori, di prender parte, a fine evento, al “Valzer per la conquista del Guinness dei Primati” che avrà luogo, alle ore 18, sempre in Piazza Unità d'Italia. Ringrazio – ha detto infine – i Civici musei e la Fototeca per la preziosa collaborazione sempre più stretta e condivisa tra i vari settori dell'Ente”.

​Infatti l'evento rappresenta  un'opportunità  per cittadini e turisti di entrare, forse per la prima volta, nella Sala Consiliare accompagnati da esperti cui è affidato il compito di far conoscere e apprezzare l'importanza artistica e il significato della costruzione allegorica della maestosa tela di Cesare Dell'Acqua, “La prosperità commerciale di Trieste”, commissionata dal Municipio all'artista nel 1875. L'opera esalta la città e la sua natura imprenditoriale, centro di scambi e traffici dal nord al Mediterraneo e più lontano ancora fino a toccare l'Estremo Oriente; una comunità attenta alle arti e ai tanti sviluppi della modernità, dai collegamenti ferroviari, alle navi a vapore, al telegrafo. Sui pennoni dei pubblici palazzi sventolano i colori dell'Austria, mentre la giovane donna che simboleggia Trieste evoca con le sue vesti le antiche origini romane dell'urbe.

Salotto Azzurro e Archivio Generale

​Oltre alla Sala Consiliare i cittadini, percorrendo parte della Galleria dei Sindaci dove sono esposti i ritratti dei podestà e di tutti i primi cittadini, potranno visitare il Salotto Azzurro, sala di rappresentanza destinata alle visite istituzionali. Qui, in particolare, sarà possibile osservare l'olio su tela “Allegoria della navigazione”, dipinto da Hans Makart nel 1878 in occasione dei festeggiamenti per le nozze d'argento dell'Imperatore Francesco Giuseppe e della sua consorte Elisabetta. L'opera che celebra il Lloyd austro-ungarico e la navigazione sul Danubio, venne acquistata dal Museo Revoltella nel 1901. Come Dell'Acqua anche il pittore austriaco sviluppa il tema prescelto ricorrendo a una raffigurazione allegorica. Una messinscena affatto insolita per Makart, uno dei più importanti artisti della seconda metà dell'Ottocento, interprete della Vienna imperiale, pittore dal “grandioso storicismo e dalla superba retorica accademica” (Fernando Mazzocca). Tra i ritratti presenti nella Galleria dei Sindaci è da ricordare quello di Francesco Hermet, uomo di cultura e teatro, giornalista e assicuratore, vicepresidente del consiglio di Trieste dal 1869 al 1879; in questa veste sostenne con forza la realizzazione del dipinto di Dell'Acqua. Il suo ritratto è opera di un altro importante maestro triestino: Eugenio Scomparini.

​Ai visitatori verrà inoltre illustrata una significativa selezione di documenti dell'Archivio Generale. Si tratta di alcuni disegni dedicati alla Sala del Consiglio e al dipinto di Dell'Acqua, tra cui i verbali e la corrispondenza relativi all'opera e i volumi volti a illustrare la Piazza Grande, ora dell'Unità d'Italia.

Prenotazioni e orari

 L'evento, totalmente gratuito, è previsto per sabato 15 dicembre 2018 con inizio dalle ore 14.30. Per partecipare è necessario prenotarsi. Le modalità di prenotazione sono le seguenti: 

- online, tramite il sistema Eventbrite, a partire dalle ore 9.00 del 11/12/18;
- di persona, recandosi presso l'ufficio mobile dell'Ufficio Comunicazione, che per l'occasione verrà posizionato in via Bellini - in prossimità del Passaggio Joyce - il 12/12/18 dalle ore 10 alle ore 12.

​Durante la visita verrà richiesta la compilazione di una liberatoria che autorizzi il personale del Comune a riprendere con foto e video i partecipanti  durante l'evento.
Ogni partecipante sarà omaggiato, a ricordo della giornata, di una brochure dedicata ai dipinti di Cesare Dell'Acqua e di Hans Makart.

Le visite, della durata complessiva di circa 45 minuti, prevedono la suddivisione dei partecipanti in gruppi secondo la seguente articolazione oraria:

ore  14.30 -15.15  I turno  

ore  15.30 -16.15  II turno 

ore  16.30 -17.15  III turno 

​Ogni gruppo è formato da non più di 70 persone.

​I partecipanti, muniti di ricevuta di prenotazione, dovranno presentarsi in Piazza Unità, davanti all'ingresso del Municipio, 15 minuti prima dell'orario di accesso loro assegnato. 

​La realizzazione dell'evento, coordinato dall'Ufficio Comunicazione - Area Innovazione Turismo e Sviluppo Economico, vedrà coinvolte diverse Aree comunali: Scuola, Educazione, Cultura e Sport, Servizi generali, Città Territorio e Ambiente, Polizia locale, Sicurezza e Protezione Civile, Direzione Generale e Risorse Umane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Benzina in Slovenia: da oggi costa ancora meno

  • E' di Marina Buttazzoni il cadavere trovato a Portopiccolo

  • "Non trovo personale che venga a lavorare", anche a Trieste imprenditori in crisi

  • Rive, scampata tragedia nella notte: finisce in mare con la 500 e si salva da sola

  • Rivalutazione pensioni 2020, al via l'aumento degli importi

  • Studi legali migliori d'Italia, due triestini nella classifica di Forbes

Torna su
TriestePrima è in caricamento