Legge di Bilancio 2020, al via il bonus asilo nido per le famiglie

Tra le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2020 ecco l'agevolazione fiscale per le famiglie con figli iscritti all'asilo nido pubblico o privato. In vigore per tutto il 2020, ecco in cosa consiste il bonus, quali sono i requisiti richiesti e come fare domanda

Tra le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2020 ricordiamo l'agevolazione fiscale per le famiglie con figli iscritti all'asilo nido pubblico o privato. Il bonus, in vigore per tutto il 2020, avrà importi differenti in base al valore del modello ISEE del nucleo familiare in questione, in particolare:

  • verranno assegnati 3.000 euro ai nuclei familiari con ISEE fino a 25.000 euro;

  • 2.500 euro per i nuclei familiari con ISEE da 25.001 a 40.000 euro;

  • 1.500 euro per i nuclei familiari con ISEE superiore a 40.000 euro.

Sono questi essenzialmente i requisiti per poterlo ottenere.

Mesi di iscrizione

Ricordiamo però che il riconoscimento del bonus asilo nido è legato ai mesi di iscrizione, infatti, il pagamento verrà effettuato dall’INPS soltanto dopo l’invio dei documenti necessari che attestano il pagamento dell'asilo. In poche parole, nel modulo di richiesta bisognerà allegare un documento che dimostri l'avvenuto pagamento della prima retta relativa al primo mese di frequenza, oppure la documentazione che certifica l’avvenuta iscrizione per quanto riguarda le strutture pubbliche.

Come fare domanda

Per poter beneficiare dell'agevolazione, bisognerà presentare domanda online sul portale INPS, al canale dedicato. Inoltre, sulla domanda bisognerà indicare con precisione i mesi per i quali si intende ottenere il rimborso.

Bambini con patologie croniche

Il bonus è dedicato anche a tutti i bambini affetti da gravi patologie croniche e che purtroppo non possono frequentare l’asilo. Anche in questo caso, il contributo va da 1.500 fino a 3.000 euro e verrà erogato in un’unica soluzione, potendolo, così, utilizzare per finanziare forme di supporto e cure in casa. Per richiedere il contributo basterà allegare l’attestazione rilasciata dal pediatra che certifica l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ma studiare durante la notte è conveniente?

  • Come diventare istruttore di nuoto, il percorso formativo necessario

  • Addetti primo soccorso per le aziende, al via il corso a Trieste

  • Come diventare tecnico radiologo, il percorso formativo necessario

  • EnAIP FVG: parte il corso di formazione degli operatori elettrici PES e PAV

  • Aerei di linea, le licenze necessarie per diventare piloti

Torna su
TriestePrima è in caricamento