Educazione ambientale nelle scuole, il progetto “La Grande Macchina del Mondo”

La primavera nelle scuole triestine è iniziata con l’educazione ambientale, proseguono i percorsi della quarta edizione di "La Grande Macchina del Mondo", una proposta didattica del Gruppo Hera e promosso da AcegasApsAmga

L'educazione ambientale è un tema molto delicato e importante ai giorni nostri, trasmettere ai ragazzi, durante il loro periodo di formazione e crescita, determinati valori e stili di vita corretti in rapporto all’ambiente in cui si vive risulta fondamentale. Imparare a rispettare e salvaguardare l’ecosistema è qualcosa che può, solo, giovare al nostro futuro. L’educazione ambientale ha l’obiettivo di educare all'organizzazione dell'ambiente naturale e, in particolare, formare gli esseri umani a gestire i propri comportamenti in rapporto agli ecosistemi, rispettandoli. Lo scopo è quello di vivere in modo sostenibile, senza alterare gli equilibri naturali.

In cosa consiste l'educazione ambientale?

Il programma didattico è molto variegato, si parla, infatti, di sviluppo sostenibile, economia, conservazione delle risorse, ma anche educazione civica e culturale. L’educazione ambientale nella scuola primaria e nella scuola dell’infanzia tratta tematiche e problemi attuali di fondamentale importanza, con i quali le nuove generazioni dovranno confrontarsi. Secondo il Ministero dell’Ambiente si tratta di “uno strumento fondamentale per sensibilizzare i cittadini e le comunità ad una maggiore responsabilità e attenzione alle questioni ambientali”.

mare & sailing, iniziative di tutela del mare e dell'ambiente
Tutela del mare e dell'ambiente: al via "Mare & Sailing"

Potrebbe interessarti: https://www.triesteprima.it/mare-sailing-iniziative-di-tutela-del-mare-10-aprile-2019.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/TriestePrimait/3445636840

Educazione ambientale a Trieste

La proposta educativa, da poco iniziata, è stata rivolta a tutte le scuole della città di Trieste, dalle scuole dell’infanzia, alle scuole secondarie di primo grado. Essa è articolata in 33 punti e abbraccia i temi legati alla sostenibilità. Gli studenti, tramite l’iniziativa, hanno modo di cimentarsi ed affrontare tematiche ambientali, che spaziano dalla raccolta differenziata, all’economia circolare, all’importanza delle risorse idriche e del risparmio energetico. Entro la fine dell’anno scolastico ad essere coinvolti nel progetto saranno tutti i territori serviti da AcegasApsAmga, con quasi 9.500 bambini, di cui oltre 2.000 solo a Trieste. Si tratta di un percorso interattivo, narrativo e divertente fatto di laboratori, giochi ed esperimenti, con l’obiettivo di sensibilizzare i più piccoli al rispetto e alla salvaguardia del pianeta. L’innovazione è proprio questa, non si tratta semplicemente di studio teorico, ma i bambini avranno modo di avere un contatto diretto con ciò che significa realmente rispetto dell'ambiente.

Il programma

Il programma di "La Grande Macchina del Mondo" di quest’anno ha deciso di tenere conto del legame diretto con ciò che accade nella società attuali e nel nostro territorio, andando a costruire un progetto di educazione ambientale mirato che si sposta dai libri scolastici per andare ad esplorare più da vicino le buone pratiche ambientali. Con questa edizione, inoltre, si è deciso di strutturare i percorsi che, per coinvolgere un maggior numero di alunni e docenti, si sviluppano in un incontro a scuola, a cui è associata un’attività propedeutica e un’attività finale, che conclude ed integra il lavoro fatto insieme all’educatore. Per ulteriori informazioni e conoscere nel dettaglio tutte le iniziative didattiche visita il sito ragazzi.gruppohera.it con riferimento a "La Grande Macchina del Mondo".

Ambiente: Scoccimarro, al bando plastiche e microplastiche

Altre iniziative

Un’altra attività è “Un pozzo di scienza”, un’offerta didattica che va ad integrarsi con le iniziative di “La Grande Macchina del Mondo”, rivolgendosi ad un pubblico di studenti più maturi delle scuole superiori di secondo grado. Grande partecipazione anche in questa quinta edizione, sono molti gli studenti coinvolti a Trieste, 1.500 con 60 classi tra Trieste, Udine e Gorizia. Il progetto si propone come un programma di divulgazione scientifica e ambientale, in un’ottica di ecosostenibilità. Un tema estremamente importante e attuale, attraverso il quale si andranno ad affrontare con gli studenti temi complessi come la perdita di biodiversità, l’uso efficiente dell’energia e il taglio delle fonti inquinanti.

WWF Miramare e Coop insieme per il consumo sostenibile
WWF Miramare e Coop insieme per il consumo sostenibile

Potrebbe interessarti: https://www.triesteprima.it/eventi/Miramare-coop-consumo-sostenibile-15-gennaio-2019.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/TriestePrimait/34456368401
Potrebbe interessarti: https://www.triesteprima.it/eventi/Miramare-coop-consumo-sostenibile-15-gennaio-2019.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/TriestePrimait/34456368401

Potrebbe interessarti: https://www.triesteprima.it/eventi/Miramare-coop-consumo-sostenibile-15-gennaio-2019.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/TriestePrimait/34456368401

Potrebbe interessarti: https://www.triesteprima.it/eventi/Miramare-coop-consumo-sostenibile-15-gennaio-2019.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/TriestePrimait/34456368401

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ma studiare durante la notte è conveniente?

  • Come diventare istruttore di nuoto, il percorso formativo necessario

  • Addetti primo soccorso per le aziende, al via il corso a Trieste

  • EnAIP FVG: parte il corso di formazione degli operatori elettrici PES e PAV

  • Aerei di linea, le licenze necessarie per diventare piloti

  • Come diventare tecnico radiologo, il percorso formativo necessario

Torna su
TriestePrima è in caricamento