Martedì, 26 Ottobre 2021
Università

Sport come strumento educativo e sociale nelle università: anche UniTS promuove l'iniziativa mondiale

"Sport, Inclusione e Disabilità" è organizzato dal Cus Trieste nell’ambito del progetto “Siamo Sport” e denominato Sport No Limits - Quando lo sport abbatte le barriere

Unesco e FISU (Federazione Internazionale degli Sport Universitari) incoraggiano l’educazione fisica di qualità nei corsi universitari: ecco perché dal 2016, ogni 20 settembre, viene celebrata la Giornata internazionale degli sport universitari, un evento nato per sottolineare il ruolo cruciale delle università nell’abitudine all’attività fisica e allo sport finalizzati alla creazione delle capacità che definiscono uno stile di vita sano, così come cittadini sicuri e socialmente responsabili.

Il ruolo dello sport nelle università: attiva anche Trieste

E proprio parlando di sport, si terrà giovedì 23 settembre 2021, alle ore 10.00, presso l’Aula Morin - Edificio H2 Bis, al secondo piano di via A. Valerio 12/1, il convegno su "Sport, Inclusione e Disabilità" organizzato dal Cus Trieste nell’ambito del progetto “Siamo Sport” e denominato Sport No Limits - Quando lo sport abbatte le barriere.

Una manifestazione importante ed aperta a tutti coloro in possesso di “green pass”, dove si parlerà di alcuni argomenti importanti fra i quali il potenziale educativo dello sport, lo sport integrato e molti altri aspetti. Testimonianze di rilievo, che verranno accompagnate dal saluto di benvenuto del Professor Romano Isler, Presidente del Cus Trieste e della Professoressa Elena Bortolotti in qualità di delegata del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Trieste sulle politiche per l’inclusione dei bisogni speciali.

Fra i relatori, il Professor Luca Grion (Docente di Filosofia Morale all’Università di Udine), ma anche personalità del mondo dell’inclusione come Elena Gianello, la “deus ex machina” dell’ASD Calicanto Onlus, realtà molto attiva in diversi campi dello sport integrato; il Dott. Alberto Andriola, delegato regionale EISI - Ente Italiano Sport Inclusivi e coordinatore della sezione territoriale di Baskin del Friuli Venezia Giulia ed i rappresentanti di Polisportiva Fuoric’Entro e Bazinga Baskin Trieste Luca Bianchi e Giulio Pituzzi, oltre ad Annalisa Zovatto (Cooperativa Sociale “Trieste Integrazione” a marchio Anffas Onlus”), con Patrizia Clementi, Giulio Sajn e Matteo Bernobich che presenteranno il libro “Guida accessibile al baskin”, per chiudere con la testimonianza di Claudia Smillovich, studentessa universitaria che porterà la sua esperienza in tal campo.

Il dibattito, che sarà moderato proprio dal Professor Romano Isler, avrà come obiettivo proprio quello di dimostrare che lo sport è uno strumento educativo e sociale, che può non solo portare benessere sotto diversi aspetti (salute e crescita cognitiva) ma anche favorire l’inclusione ed il rispetto delle diversità. Il Cus Trieste, in questo senso, continua a farsi portavoce di questo tipo di valori e, grazie all’aiuto dell’Università degli Studi di Trieste che metterà a disposizione gli spazi del convegno, è riuscito a concretizzare quest’iniziativa.

Per scoprire il programma completo vai alla fonte (UniTS).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport come strumento educativo e sociale nelle università: anche UniTS promuove l'iniziativa mondiale

TriestePrima è in caricamento